venerdì 13 luglio 2018

Sardegna: una delle mete preferite dagli italiani


La Sardegna si conferma come una tra le principali mete degli italiani in vacanza, soprattutto durante la bella stagione. Del resto le località da visitare sono molteplici, ideali sia per chi ama il mare e la spiaggia, sia per chi invece preferisce le città d’arte, o addirittura il trekking. Un’isola colma di proposte e di luoghi da visitare, che si può facilmente raggiungere in vari modi: dall’aereo al traghetto. I traghetti partono ogni giorno dell’anno, ma il servizio è particolarmente intenso durante l’estate. I porti da cui salpare per l’isola sono tantissimi, da Genova e Napoli, così come dal porto di Palermo partono traghetti verso la Sardegna, che attraccano a Cagliari.

Come arrivare in Sardegna

Come dicevamo, i modi per arrivare in Sardegna sono molteplici. Conviene però ricordare che l’isola è molto grande e difficilmente chi vi soggiorna tende a fare una vacanza “stanziale”. Una volta arrivati sull’isola infatti la maggior parte dei turisti preferiscono spostarsi ogni giorno alla ricerca di nuove spiagge, o alla scoperta dei paesi dell’interno. Per questo è importante avere a disposizione un mezzo di trasporto proprio. Volendo è possibile noleggiare un’auto in Sardegna, soprattutto nei maggiori centri abitati, tantissimi turisti preferiscono però portarsi la propria vettura, che sia un automobile o un camper poco importa. Per farlo è possibile approfittare dei numerosi traghetti che partono per l’isola, che in estate vanno però prenotati con grande anticipo, per non trovarsi senza possibilità di trasbordo. I prezzi non sono poi così elevati e si può risparmiare molto prenotando in anticipo grazie ai servizi online.

Dove andare in Sardegna

Sono molte le mete turistiche sull’isola; la più nota è sicuramente la Costa Smeralda, posta nella zona a nord est, nei pressi di Olbia. Negli ultimi anni il turismo sardo si è diffuso un po’ in tutta l’isola, per arrivare soprattutto nella zona di Cagliari, una delle principali città della Regione. Molto rinomate sono anche le spiagge che si trovano nei pressi di Sant’Antioco così come la baia di Cala Gonone. Anche le città dell’entroterra sono molto apprezzate dai turisti, grazie anche ai numerosi resti storici che si trovano un po’ sparsi in tutta l’isola, soprattutto lontano dalla costa. Gli antichi abitanti della Sardegna erano infatti pastori e agricoltori, difficilmente si avvicinavano alla costa o vivevano del pescoso mare.

Cosa fare in Sardegna

Visto che si tratta di una Regione particolarmente dedita al turismo, per chiunque è possibile trovare qualcosa da fare in Sardegna, soprattutto in estate. L’isola propone numerose opportunità di divertimento, anche in primavera e in autunno e, perché no, anche in pieno inverno, per chi vuole trascorrere le vacanze natalizie in modo originale. Un fitto calendario di eventi invita il turista non solo a prendere parte alle numerose iniziative, ma anche a visitare la Sardegna più interessante, come ad esempio i numerosi parchi marini presenti attorno all’isola, o l’arcipelago della Maddalena. Particolarmente interessante è anche la gastronomia dell’isola, a base di prodotti genuini che provengono dal territorio, un mirabile esempio di gastronomia a chilometro 0.

0 commenti:

Posta un commento