venerdì 12 agosto 2016

Ostana, 120 mila euro per balcone Monviso

OSTANA (CUNEO) - Con le sue borgate sparse, in posizione panoramica sul versante soleggiato della Valle, e una splendida vista sul gruppo del Monviso, è considerato tra i borghi più belli d'Italia. Eppure con appena 80 residenti - il più giovane, Pablo, ha sei mesi ed è nato dopo 28 anni dall'ultimo bambino - rischia di scomparire. Per questo motivo l'amministrazione comunale di Ostana, sulle Alpi cuneesi da cui nasce il Po, ha messo in vendita borgata Ambornetti, vero e proprio 'balcone naturale' che si affaccia sul 'Re di Pietra'. Su www.borghialpini.it è stato da poco pubblicato il bando.

Le proposte saranno aperte il 6 settembre: con una offerta minima di 120 mila euro è possibile acquistare la borgata in quest'angolo di Piemonte, a meno di 80 chilometri da Torino, dove la vita ha i suoi ritmi e le sue usanze. E dove si cerca di stare al passo con i tempi, ma senza tradire la montagna e la sua poesia.

"Nell'immediato dopoguerra - racconta il sindaco, Giacomo Lombardo - Ostana ha rischiato di scomparire. Erano rimasti in cinque. Ma in tanti, subito dopo la pensione, sono tornati. E, rimboccandosi le maniche, hanno deciso di far rivivere il paese".

L'arrivo del piccolo Pablo ha riportato un po' di ottimismo. "Ormai non ci speravamo più - scherza Lombardo - Per quasi tre decenni da queste parti non è nato nessuno. Anzi. Le persone andavano via, dirette a Torino o a Cuneo". Con Pablo, che adesso ha circa sei mesi, il paese ha riacquistato fiducia.

E ora vuole tornare ad essere anche un luogo produttivo. "Per noi questo bando significa riqualificazione culturale e ambientale e posti di lavoro", ribadisce il primo cittadino.

Nel 2009 è toccato alla borgata Sant'Antonio, dove, con due milioni di euro di fondi europei, è nato un centro culturale, con foresteria e ristorante. Adesso è la volta, appunto, della borgata Ambornetti. "Speriamo in un albergo diffuso", confida il sindaco, orgoglioso del suo comune, inserito sei anni fa nel circuito dei Borghi più belli d'Italia.

"Speriamo che questo percorso di valorizzazione di beni abbandonati sia di esempio ad altre realtà", commenta Marco Bussone, vicepresidente dell'Uncem Piemonte. E se Ostana va all'asta, altri comuni erano addirittura finiti su ebay. Proprio Uncem, nel 2014, aveva inserito alcune località montane sul canale più importante di vendita online. Ad iniziare da borgo Calsazio, in Valle Orco, a sud della Val d'Aosta; poi Lunella, a Viù nelle Valli di Lanzo; e Gilli, a Perosa Argentina in Val Chisone. Le trattative sono ancora in corso, ma sino ad oggi sono arrivate più di duecento manifestazioni di interesse e contatti da tutto il mondo. Quanto basta a sperare di continuare a esistere. 

0 commenti:

Posta un commento