venerdì 4 novembre 2016

Europa in autunno? Ecco due città in un weekend

L'Europa è ricca di città meravigliose, con un fascino inconfondibile e attrazioni uniche, tanto che scegliere quali visitare è davvero difficile. Molte di queste città, però, si trovano a breve distanza l'una dall'altra, tanto da poter essere visitate insieme nello spazio di un weekend. Con un breve spostamento in treno o in auto, infatti, ci si può svegliare in una città e andare a dormire in un'altra, raddoppiando il numero di attrazioni e sorprese nel proprio viaggio.

Ecco 15 combinazioni di città che si possono agevolmente visitare in un fine settimana, o in occasione di un ponte. Per organizzare al meglio gli spostamenti aerei, ottimizzando tempi e costi, la funzione "aeroporti vicini" di Skyscanner permette di ricercare le combinazioni aeree più convenienti considerando tutti gli aeroporti nel raggio di 100 km dalla propria città di partenza e arrivo.

Amsterdam e Rotterdam
A soli 30 minuti di treno l’una dall’altra, le due maggiori città olandesi sono una meta ideale per un weekend a base di cultura, tendenza e aria pulita. Si può iniziare da Amsterdam, magari affittando una bici e percorrendo i pittoreschi canali che attraversano la città in lungo e in largo. Dopo una sosta per visitare il bellissimo Museo Van Gogh, ma anche le piccole gallerie d'arte contemporanea, e poi ritrovate la pace tra parchi rigogliosi e Spa di lusso. La vacanza può proseguire nella vicina Rotterdam, che vanta il più grande porto d’Europa e un panorama architettonico sbalorditivo: la città non mancherà di stupire per le sue costruzioni futuristiche, ma anche per la vasta offerta gastronomica ed eventi a non finire. Imperdibile il colorato mercato al coperto. Si può volare a Amsterdam, o verso l’aeroporto di Roterdam (a 44 km), oppure addirittura a Eindhoven (a poco più di 100 km).

Bruxelles e Anversa
Sede delle maggiori istituzioni dell’Unione Europea, Bruxelles accoglie una comunità eterogenea e internazionale, che la rende uno dei luoghi più stimolanti d’Europa. Tra eleganti palazzi, splendide piazze e quartieri multiculturali pieni di locali, teatri, birrerie e caffè è davvero impossibile annoiarsi. Da lì, con un viaggio di meno di un’ora in treno immergendosi nelle Fiandre si può raggiungere uno stupendo centro di cultura fiamminga: Anversa, sormontata dalla Cattedrale con la torre più alta del Belgio, è stata patria di molti pittori e artisti, tra cui spiccano Rubens e Van Dyck. L’aria di un passato glorioso fa da sfondo a una interessante modernizzazione della città, con decorazioni Art Nouveau e palazzi neo rinascimentali di fianco a bar, negozi trendy e tanti eventi culturali. Si può scegliere di volare a Bruxelle international, Charleroi o ad Anversa Deurne (a 40 km circa).

Copenaghen e Malmo
Perfetta sintesi tra il profondo nord e l’atmosfera europea, Copenhagen è stata decretata la città più vivibile d'Europa. Una foto con la famosa Sirenetta è nella lista delle cose da fare per tutti i turisti, ma Copenaghen permette di svagarsi nel parco divertimenti di Tivoli, o di passeggiare nella pittoresca Christiania, un quartiere autogovernato nel centro della città ricco di murales, spiaggette sul fiume e locali con musica dal vivo. In circa un’ora di treno (o 45 minuti in auto), attraverso il ponte Oresund, si può raggiungere Malmo, su suolo svedese. Qui si trova una città vecchia circondata dal canale, strade pedonali, accoglienti caffè in cui scaldarsi, parchi per fare skateboard, musei di arte contemporanea e l’imponente castello, attrazione da non perdere.

Lisbona e Sintra
“Non ci sono per me fiori che siano al pari del cromatismo di Lisbona sotto il sole” scriveva il poeta Pessoa della sua amatissima città - e come dargli torto. Antica nell’anima e pulsante nel cuore, Lisbona è una delle città più affascinanti al mondo: affacciata sull’oceano, inerpicata su strade acciottolate percorse dagli storici tram, decorata dagli splendidi azulejos, ogni angolo è davvero imperdibile. Cullati dalle malinconiche note di fado che risuonano nei bar del Bairro Alto o dell’Alfama, si possono assaporare le specialità culinarie della città, a prezzi assolutamente accessibili. Dopo aver esplorato la capitale e ammirato le viste mozzafiato dai suoi molteplici miradouros, ci si può immergere nella quiete della vicinissima Sintra, a 25 km di distanza percorribili in 30 minuti di treno, situata su colline ricoperte di pini dove la nobiltà portoghese ha costruito splendidi palazzi, stravaganti residenze e giardini decorativi che sembrano usciti da un sogno ad occhi aperti.

Siviglia e Cordoba
Siviglia vanta uno dei più grandi centri storici d’Europa ed è una delle città più affascinanti dell’Andalusia dove lo stile arabo e cristiano si fondono in perfetta armonia regalando palazzi ed edifici di straordinaria bellezza. Da non perdere la Cattedrale, la torre della Giralda e i maestosi giardini dell’Alcázar, il palazzo reale nato come fortezza dei mori nel XIV secolo. Di Siviglia va assaporata anche la vita notturna, tra economici bar di tapas e concerti di flamenco nel quartiere di Triana, per poi, al mattino seguente, dirigersi alla stazione per prendere il treno alla volta di Cordoba (a circa 45 minuti di distanza). Qui ci si può perdere tra vicoli pieni di fiori nell’intricato quartiere ebraico (Juderìa), per poi dedicare il giusto tempo alla visita della Mezquita, la grande moschea che lascerà senza fiato. E per concludere in bellezza la vacanza andalusa ci si può regalare qualche ora di relax in un hammam arabo.

Catania e Siracusa
Catania offre un patrimonio artistico eterogeneo, dove spiccano veri e propri gioielli del Barocco italiano. Assolutamente da visitate il Monastero dei Benedettini, il Duomo e la Cattedrale di Sant’Agata: sembrerà di essere in un libro d’arte. Per vivere uno spaccato verace, invece, basta andare al mercato del pesce A’ Piscaria, dove i profumi inebrianti e i colori vivaci sapranno inebriare ogni visitatore. A meno di un’ora dalla bella Catania, Siracusa non è certo da meno: chiamata “l’isola nell’isola”, la città si sviluppa in parte sull’isola di Ortigia e in parte sulla “terraferma”. La sua grande meraviglia è il parco archeologico della Neapolis, dove si trovano l’anfiteatro romano e il Teatro greco, ancora oggi utilizzato per le rappresentazioni teatrali. E naturalmente non bisogna farsi mancare una passeggiata sul lungomare… anche il mare in Sicilia è arte!

Edimburgo e Glasgow
Chi dice Edimburgo dice Fringe festival, il più grande festival teatrale al mondo da vedere almeno una volta nella vita. Ma Edimburgo è anche storia, allegra vita notturna, università blasonate, shopping di lusso, birra e whisky d'autore, il tutto ai piedi dell’incredibile castello che proietta sulla città un’atmosfera davvero magica. È sufficiente un'ora per raggiungere la splendida Glasgow, capitale economica della Scozia, che vanta nell'elegante cornice architettonica alcune tra le più belle strade di negozi di tutto il Regno Unito. Da non perdere il centro città, i suoi oltre cinquanta parchi e il West End con oltre 800 locali tra pub, ristoranti e locali di musica dal vivo. Negli ultimi anni inoltre Glasgow è diventata anche un famoso centro di design e architettura grazie ai talentuosi giovani artisti emergenti. Per volare in Scozia le possibilità sono molteplici, si può atterrare a Edimburgo, Glasgow International (a 67 km), o Glasgow Prestwick (a 90km), ma eventualmente anche Newcastle (a 146 km), appena oltre il confine inglese: tutte ben collegate fra loro dai mezzi pubblici.

Vienna e Bratislava
La Vienna imperiale, la Vienna liberty, la Vienna dei giovani, la Vienna del walzer... questa città è un caleidoscopio di sorprese. Vi si trovano manifestazioni artistiche di alta qualità ad ogni angolo e oltre un centinaio di musei. Oltre alla vista, Vienna soddisfa anche l’olfatto e il gusto: basta concedersi una passeggiata negli immensi giardini o gustarsi una fetta di torta Sacher per averne conferma. A soli 60 km di distanza si trova Bratislava, piccolo gioiello sulle rive del Danubio, in una zona collinare tra le Alpi e i Carpazi. Salendo al Castello durante una bella giornata si riesce ad avere la vista su tutto il Danubio fino a Vienna. Rimane poi da perdersi tra le numerose piazze, ponti e cattedrali, e spulciare tra i numerosi eventi culturali che la città offre, soprattutto in campo musicale.

Helsinki e Tallinn
Per assaporate lo spirito finnico e scoprire come storia e spinta progressista possano vivere in totale armonia basta volare a Helsinki: qui tutto è a misura d’uomo, si possono raggiungere in barca i numerosissimi isolotti che la circondano, godersi i parchi e le piazze sorvolate dai gabbiani, prima di fare un giro nei due mercati più importanti (uno aperto e uno coperto), ideali per assaggiare specialità locali senza spendere troppo. Con un viaggio in traghetto di circa due ore e mezza si raggiunge Tallinn, capitale da fiaba dell’Estonia. Una perla medievale proiettata verso il futuro, con scorci romantici e una vivace vita notturna.

Berna e Basilea
Bellissima e tranquilla, estesa sulle rive dell’Aare, Berna accoglie i propri visitatori con un centro storico Patrimonio UNESCO, dove il turchese delle acque del fiume si riflette sugli splendidi edifici medievali. Sovrastata dal panorama alpino, la capitale svizzera vanta chilometri di porticati, fontane figurative rinascimentali e una splendida Cattedrale, oltre all’incredibile Zentrum Paul Klee, progettato dall’architetto Renzo Piano: molto più di un museo. Perchè non approfittare poi della visita per trascorrere una giornata nella vicina Basilea, raggiungibile in meno di un’ora di treno, per godere del suo meraviglioso panorama sul Reno, dei suoi musei d’arte e di design? Organizzando il viaggio in marzo, si ha l’occasione di vivere uno dei più importanti carnevali d’Europa (Fasnacht), uno dei momenti dell’anno più attesi dagli abitanti di Basilea.

Lione e Chambery
Elegante e giovane allo stesso tempo, Lione è bella da girare sia in estate, sia in inverno. Passeggiando per il centro storico ci si imbatte in chiese gotiche e piccoli musei alternativi, prima di lanciarsi nella movida per le stradine della Croix Rousse, oppure unirsi alla folla sulle rive del fiume. Inoltre dicembre a Lione è un mese speciale: la Fête des Lumières richiama ogni anno oltre 2 milioni di turisti, quando la città diventa un teatro a cielo aperto grazie alle spettacolari installazioni luminose di numersi artisti. Per concludere il weekend, si può programmare una sosta a Chambéry, deliziosa cittadina ai piedi delle Alpi, situata a circa un’ora e mezza d’auto da Lione. In un solo giorno si possono apprezzare le bellezze della piccola capitale della Savoia. Al tramonto, nella cornice dalle montagne, è il momento ideale per godersi una crêpe ai formaggi e un bicchiere di ottimo vino.

Torino e Milano
Per un weekend italiano all’insegna del buon cibo, dell’architettura antica o d’avanguardia e dei viaggi in tram sferraglianti, basta scegliere di visitare Torino e Milano, così vicine e così diverse. Se si hanno a disposizione solo 24 ore per visitare Torino, meglio iniziare con una passaggiata per il centro, tra le sue piazze eleganti, i palazzi reali e gli infiniti portici che proteggeranno anche in caso di pioggia. La città sabauda permette, inoltre, di vedere alcuni musei anche di sera, ad esempio il particolarissimo Museo del Cinema all’interno della Mole Antonelliana. Con una sola ora di treno si raggiunge Milano, capitale della moda e del design, metropoli internazionale dai ritmi frenetici, che conquista per la sua eccentricità e i suoi mille volti, oltre che per le infinite opportunità di shopping.

Londra e Oxford
Difficile consigliare poche cose da fare a Londra, tra le città più pazze d’Europa dove si ha la sensazione che tutto possa succedere. A piedi, in metro e sui bus a due piani si può andare alla scoperta di questo vero e proprio mondo: dai quartieri più chic agli indimenticabili mercati vintage, dai segni di una ricchissima storia ai grattacieli più avveniristici. Infine, per un momento di pace, basta entrare in uno dei suoi grandi parchi e straiarsi sui verdissimi prati - oppure spostarsi a Oxford, cittadina universitaria a un centinaio di chilometri (un’ora e quaranta minuti in treno) da Londra, dove regna un’atmosfera degna di Harry Potter. Le guglie dei college più antichi e rinomati d’Europa fanno capolino tra stradine acciottolate e librerie polverose, e tutto sembra invitare a rilassarsi lungo i canali con un buon libro e una tazza di caffè fumante. Altrimenti, prendendo il treno da Londra in direzione nord, in un’ora e venti minuti circa, si può visitare l’affascinate Cambridge, con i suoi canali e parchi molto curati, vicinissima all’aeroporto di Londra Stansted (si raggiunge in una mezz’ora).

Marsiglia e Montpellier
Per chi ama le città di mare, con strade rumorose e odore di pesce fresco, Marsiglia è la meta ideale. La capitale della Provenza è infatti un melting pot etnico e sociale. Fra le tappe obbligate: l’antico quartiere Panier, ricco di negozi di artigianato, e il Vieux Port, dove attardarsi per un aperitivo in riva al mare. Negli ultimi anni sono state rivalutate anche numerose aree periferiche, come ad esempio La Friche, ex manifattura di tabacchi diventata centro di sperimentazione artistica. Spostandosi di poco lungo la costa, in meno di due ore di treno si arriva nella stilosa Montpellier, dove ogni quartiere è diverso dall’altro, in un mix di elementi antichi e moderni. Sarà un piacere perdersi tra vie medievali, le numerose boutique, i negozi di artigianato e le sale da tè.

Lipsia e Dresda
Infine, ecco un’idea perfetta per un weekend nella vicina Germania, e precisamente nella Germania dell’Est dove si trova la città di Lipsia, considerata ormai da molti la nuova Berlino, che sorge sulla confluenza di ben tre fiumi. Lipsia offre innumerevoli eventi culturali, esposizioni internazionali e splendide biblioteche, ma anche negozi e bar aperti dai giovani che negli ultimi anni si sono trasferiti qui in cerca di nuove opportunità creative. Da qui, il viaggio può proseguire a Dresda, a poco più di un’ora di treno, la splendida città d’arte che ospita una delle più grandi pinacoteche d’Europa, la Gemäldegalerie. Definita la “Firenze sull’Elba”, Dresda regala un panorama mozzafiato dalla Brülsche Terrasse, definita da Goethe il “Balcone d’Europa”. Da non perdere il centro storico più prezioso della Germania. Per i voli le opzioni sono molteplici: si può atterrare a Dresda, a Lipsia (a 111 km), oppure addirittura a Praga (a 120km), o Berlino Schonefeld (a 138km).

0 commenti:

Posta un commento