giovedì 10 gennaio 2019

La Puglia finisce sul New York Times: "E' uno dei 52 posti da visitare nel 2019"

BARI - Importante riconoscimento per la Puglia che finisce nella prestigiosa classifica “52 places to go in 2019” del New York Times, uno dei più autorevoli quotidiani del mondo.

A rappresentarla è stata scelta Monopoli, meta turistica di grande richiamo che in cinque anni, dal 2012 al 2017, ha raddoppiato le presenze turistiche totali e quadruplicato quelle estere.

“Guardiamo con molto interesse e simpatia al mercato statunitense – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - I turisti americani che scelgono la Puglia sono in crescita esponenziale. Nel quinquennio 2013-2017 il mercato americano è fra i primi cinque per crescita percentuale, con + 52% di arrivi in Puglia. Gli statunitensi che visitano la Puglia amano i piccoli borghi, le città d’arte e le masserie. Anche il turismo delle radici è in costante crescita fra le comunità dei Pugliesi d’America: la crescente notorietà della Puglia al di là dell’oceano Atlantico, spinge numerosi italo-americani a riscoprire le proprie radici nei comuni di origine. I turisti americani poi sono quelli che più apprezzano la Puglia anche fuori stagione. D’altronde è stata proprio Danielle Pergament del New York Times a scrivere tempo fa un articolo sulla Puglia che “è più bella da vivere proprio di inverno”. E adesso arrivano importanti riconoscimenti di testate americane che ci fanno capire che è il momento giusto per promuovere la Puglia negli Usa!”.

In fiera a New York la Puglia si presenta come “Travel Therapy “ con uno stand di 36mq circa nell’area dei paesi europei. La musica del Canzoniere Grecanico Salentino la rappresenterà con due esibizioni dal vivo all’interno dell’area fieristica il 26 gennaio. Il canzoniere parteciperà con Pugliapromozione anche il 25 gennaio alla cena dell’Associazione newyorchese dei Pugliesi nel Mondo.

“Un riconoscimento importante per la Puglia e per le sue bellezze, che dimostra le potenzialità di un territorio tra i più belli del mondo e che è in grado di attrarre turisti da ogni parte del pianeta”, commenta Anna Rita Tateo, deputata pugliese della Lega.

“La Puglia - prosegue Tateo - non solo è inserita dal New York Times tra le 52 mete da visitare nel 2019, ma precisamente si trova alla 18esima posizione. Il nostro territorio viene posto prima di altri luoghi del mondo più noti e mainstream come New York City, Doha, Los Angeles e Tahiti. Dato che fa capire quanto la Puglia sia osservata con interesse e possa essere un forte richiamo per i turisti che arrivano dall’estero. Una classifica giornalistica che deve inorgoglire i pugliesi e che, purtroppo, si scontra con le misurazioni che certificano come nel corso degli anni ci sia stato un progressivo crollo in termini di qualità della vita, che si attesta su livelli disastrosi. Una delle terre più belle del mondo che, per colpa di scelte politiche scellerate negli ultimi anni, si trova relegata agli ultimi posti del panorama nazionale.”

“L’obiettivo per il futuro - conclude Tateo - dovrà essere sfruttare di più e meglio le potenzialità turistiche attrattive dei nostri territori, per fare in modo che la nostra Puglia possa attrarre visitatori e generare quell’indotto che permetterebbe di potenziare l’economia del nostro territorio”.

0 commenti:

Posta un commento