venerdì 12 ottobre 2018

Sognando il Messico con viaggi e feste a tema

Quando la voglia di partire è in agguato e le riviste di viaggi sono una buona compagnia, basta dargli un’occhiata rapida per capire che una delle mete più gettonate degli ultimi anni è il Messico. Oltre alla sempre attraente New York con i suoi grattacieli e la vita mondana, l’America del Nord attira turisti da ogni parte del mondo grazie ai magnifici paesaggi, al sole ed al calore che il Messico offre.

Il Messico propone un po’ tutto ai viaggiatori: un mare incantevole con spiagge caraibiche, interessanti siti archeologici, bellissime città con musei di fama internazionale ed una buona offerta gastronomica. Il Messico è uno dei paesi più estesi del mondo, dove ci si può recare durante tutto l’anno, anche se tra maggio ed ottobre il caldo è particolarmente forte e vi è un’umidità molto elevata.

Ma quali sono le principali attrazioni da visitare in Messico?
La prima città da citare assolutamente è la sua capitale ovvero Città del Messico, una metropoli caotica e coloratissima, ricca di arte e di storia, che presenta tutta una serie di musei, piazze, monumenti, gallerie, chiese, murales e siti archeologici. A pochi chilometri, vi è l’imperdibile città di Puebla, che viene anche chiamata Città degli Angeli.

Per conoscere la parte più indigena e originale del paese, bisogna recarsi nella regione di Oxxaca, situata a sud. Questa regione presenta spiagge da sogno, magnifiche chiese e cattedrali e diversi siti patrimonio UNESCO. La zona è particolarmente raccomandata per la vendita di prodotti artigianali ed alimentari. Se la zona di Oxxaca è piuttosto arida e rocciosa, si cambia completamente paesaggio quando si entra nel Chiapas, il polmone verde del Messico con una folta giungla, corsi d’acqua, cascate, canyon impressionanti e una grande foresta pluviale.

La maggior parte dei viaggiatori che visitano il Messico hanno come tappa fissa lo Yucatan che offre di tutto: dalle spiagge paradisiache, agli importanti siti archeologici come le rovine Maya, villaggi colorati e grandi riserve naturali.

Nell’immaginario europeo, quando si parla del Messico si parla di un tripudio di calore, colori ed allegria. E lo si può ben vedere nelle feste che organizzano, nell’accoglienza verso i turisti e gli ospiti e nei modi di fare gentili e disponibili. In Messico, ogni periodo è buono per organizzare una festa, ma ci sono alcune date del calendario che vengono venerate e tanto attese per poterle celebrare alla grande. Una delle ricorrenze più sentite nel paese è quella del Dia de los muertos la festa dei morti messicana, che cade ogni anno il 1° novembre e che serve per ricordare e festeggiare i defunti . Si tratta di una festa molto originale, che per molti è un equivalente messicano della festa di Halloween. Non è un giorno dedicato alla morte, ma una celebrazione della vita. Questa festa ha origini azteche e commemora il ritorno dei defunti sulla terra, pratica profondamente radicata nella tradizione messicana. In questa occasione, in tutto il paese, i messicani preparano altari con offerte e cibo; per le strade giovani ed adulti si mascherano da calaveras, i tipici scheletri messicani colorati e floreali e si fa festa, tra danze, canti e sfilate. Non si tratta di una festa macabra o lugubre come può essere l’Halloween anglosassone, ma è una festa ironica e divertente, dove i colori sono sempre i grandi protagonisti.

Voglia di una serata messicana “fai da te”?
Alla festa del Dia de los muertos, ci si ispira facilmente per organizzare una festa messicata a tema. Organizzarla è molto semplice (molto più semplice che organizzare un viaggio oltreoceano!).
Quindi, per preparare una festa a tema messicano, bisogna prima di tutto pensare ad una bella decorazione in stile messicano: tovaglie con colori caldi come il giallo, il verde, l’arancione ed il fucsia, da abbinare a coordinati tavola usa e getta comodi e ad altri addobbi per interni o esterni come ghirlande, palloncini, bandiere messicane e cactus. Il tutto può essere completato da alcuni accessori che richiamano il Messico come sombreri, maracas e poncho a righe colorate. Durante la festa non deve mancare la buona musica allegra, quella che quando la ascolti inizia a farti muovere a ritmo di danza. La tradizionale musica dei mariachi è vivace, divertente, ma anche romantica al punto giusto, con le sue chitarre ed i violini. Non bisogna dimenticare di realizzare un menú con relativo buffet a tema. Portare in tavola tortillas, tacos, burritos ed empanadas sarà una vera delizia! La cucina messicana mette l’acquolina in bocca e propone tante verdure, formaggi, carne, la famosa salsa guacamole ed altre prelibatezze piccanti, da innaffiare sapientemente con litri di tequila o margarita.
Per quanto riguarda le animazioni, la pignatta è un gioco tipicamente messicano: adulti e bambini, bendati, si divertono a colpire con un bastone una sorta di pentola in terracotta. Una volta rotta, tutte le sorprese che contiene come caramelle e giochini cadranno per terra e tutti potranno servirsene. Questo gioco si è ultimamente diffuso anche in Europa ed è diventato la tendenza del momento per feste a tema e feste di compleanno, sotto forma di scatole colorate e dalle forme diverse ed originali.

Insomma, nonostante l’organizzazione di una serata messicana sia una buona idea e richieda meno denaro e tempo che un vero e proprio viaggio in America, sarebbe un bel sogno che si realizza poter fare le valigie e salire su un volo destinazione Messico per poter visitare uno dei paesi esotici più amati di sempre, con antiche tradizioni e tanti influssi che la rendono così multietnica, culturalmente ricca ed infinitamente interessante per i turisti di tutto il mondo.

0 commenti:

Posta un commento