domenica 22 maggio 2016

Harmony of the Seas, la nave da crociera più alta della Torre Eiffel

SOUTHAMPTON - Più lunga della Torre Eiffel, con uno scivolo di oltre 10 piani ed una pista di pattinaggio al suo interno. Stiamo parlando della Harmony of the Seas, la nave da crociera più grande del mondo e giorni fa, giunta a Southampton dopo il suo viaggio inaugurale. Con una lunghezza di oltre 362 metri questa nave è più lunga della Torre Eiffel, ha richiesto una spesa di un miliardo di dollari per essere costruita e circa tre anni di lavoro presso un cantiere navale francese.

Questa mastodontica nave da crociera può trasportare 6.780 passeggeri e 2.100 membri dell’equipaggio, conta oltre 2.500 cabine, 20 luoghi di ristoro (tra cui un ristorante italiano), 23 piscine e un parco con oltre 50 alberi e 10.587 piante di cui 48 viti. Dispone di una piscina in mare dove si tengono spettacoli di immersione e 11.252 opere d’arte sono in mostra in tutta la nave.

Stuart Leven, amministratore delegato della Royal Caribbean International, ha dichiarato: “L’Harmony of the Seas è la nave da crociera più grande del mondo ed è molto bello quando si permette di offrire così tanti ottimi servizi a bordo per permettere alle persone di avere una vacanza al mare. La crociera sta cambiando, sta diventando una vacanza per tutta la famiglia, non è solo bianche tovaglie e cravatte a cena, ora il tipo di vacanza che si ottiene nei resort all-inclusive a terra può essere replicato in mare”.

A bordo cuno scivolo di 10 piani, simulatori di surf, parchi acquatici, una pista di pattinaggio, un campo di basket, un mini campo da golf e un bar dove si viene serviti da robot e l’ordinazione si effettua con un iPad: “E’ tutta una questione di varietà, quando si dispone di una nave di queste dimensioni, è possibile offrire tante cose”.

Le cabine sono distribuite su 16 ponti, anche se la nave dispone di 18 ponti in totale. E’ così grande che i passeggeri utilizzeranno dispositivi GPS per assicurarsi di non perdere l’orientamento e non trovare più la propria cabina. Nei prossimi giorni Harmony of the Seas salperà per il mar Mediterraneo e approderà a Barcellona, Marsiglia, Firenze, Roma e Napoli, prima di trasferirsi verso i Caraibi nel mese di novembre.

La nave da crociera più grande del mondo viene spinta da quattro propulsori in grado di erogare una potenza di 7.500 cavalli, necessari per spingere 227.000 tonnellate di stazza lorda. Un autentico colosso dei mari destinato a far parlare a lungo di sè.

giovedì 19 maggio 2016

Dormire nella Tour Eiffel? Basta rispondere a una domanda

Dormire non solo a Parigi ma addirittura nel suo cuore e monumento simbolo, la Tour Eiffel. Che per una notte ospiterà quattro fortunati provenienti da diversi angoli del mondo. A partire da oggi è infatti possibile collegarsi al sito HomeAway (www.homeaway.it/eiffel-tower) e vincere un soggiorno nell'appartamento realizzato al primo piano della torre in occasione di Euro 2016 rispondendo alla domanda: "Cosa faresti se potessi alloggiare nel nostro lussuoso appartamento all'interno della Torre Eiffel?".

L'appartamento ospiterà i vincitori il 23 giugno, il 28 giugno, il 4 luglio e l'8 luglio 2016. Il contest include inoltre tre notti supplementari presso una casa vacanza HomeAway a Parigi e i trasporti. I vincitori saranno annunciati il 10 giugno 2016, giorno di inizio del campionato.

mercoledì 18 maggio 2016

Alitalia, utile da 2017

ROMA - "Siamo in linea con i target previsti dal piano e stiamo centrando ogni obiettivo. Il piano triennale per il ritorno alla redditività entro il 2017 è confermato". A dirlo è il vice presidente di Alitalia e Ceo di Etihad, James Hogan durante l'Alitalia Day.
 
"Il nostro obiettivo è la redditività, non il punto di pareggio" sottolinea l'ad Cramer Ball aggiungendo che quella di oggi "è una pietra miliare per Alitalia: oggi facciamo un passo avanti, abbiamo una grande opportunità. il nostro obiettivo non è solo essere bravi ma i migliori nell'ambito dei competitor europei". Ball spiega che la partnership con Etihad "è una grande opportunità" e evidenzia come, nella sua azione alla guida di Alitalia, la sua "parola preferita è velocemente". "Alitalia deve essere la compagnia preferita, oggi è uno spartiacque, crediamo che Alitalia sia la prima scelta".

Quanto alla due diligence in corso per l'acquisizione di Air Malta il presidente Luca Cordero di Montezemolo spiega: "Ne abbiamo parlato ieri in una interessante riunione del board. Ci guardiamo dentro e in estate, forse già nel board di fine giugno, saremo in grado di prendere una decisione". "Se andrà avanti - aggiunge - è un'operazione a rischio zero, anzi sotto zero, per Alitalia. Un investimento di nemmeno un euro, che può avere delle connessioni interessanti con la Sicilia. Lasciateci lavorare facciamo una due diligence non solo economica e il management non avrà niente a che fare con il management di Alitalia".

"Siamo in linea con il nostro piano e con le previsioni e abbiamo l'obiettivo storico di raggiungere un inizio di profitto nel 2017" dice ancora il presidente, spiegando che la compagnia "guarda avanti, ma se guardiamo a come eravamo nell'agosto 2014 sono moderatamente soddisfatto per tutto il lavoro fatto". "Sono molto contento dei risultati che abbiamo raggiunto" dice ricordando che il 2015 "è stato un anno difficile, con l'incendio di Fiumicino avvenuto nel momento più delicato dell'anno".

Il presidente di Alitalia quindi sottolinea come la compagnia sia "un'azienda a maggioranza italiana, ma deve essere sempre più internazionale perché per battere la concorrenza si vince sulle rotte europee e internazionali. Qualcuno pensa che Alitalia non sia gestita a Fiumicino: è gestita a Fiumicino, ma ben vengano le sinergie industriali, le opportunità di collaborazioni, le iniezioni di cultura fresca e per il nostro personale certezza di posti di lavoro e un'azienda con forti obiettivi di crescita".

Il rapporto tra Alitalia e Airberlin "è un gioco di squadra nei rispettivi ruoli, senza alcun tipo di altre connessioni" chiarisce Montezemolo in merito alle voci di una possibile fusione. "Il mercato europeo di business più importante - dice - è la Germania. Quello che è importante, nei ruoli rispettivi, è avere una strategia di maggiore copertura della Germania all'interno del gruppo". "Per Alitalia è importante lavorare a stretto contatto con Airberlin" aggiunge l'ad Cramer Ball, sottolineando che "le reti devono essere forti in entrambi i Paesi".

Quanto alle nuove divise Montezemolo ironicamente dice: "Potete capire quanto abbia combattuto per avere il rosso". La nuova collezione, che rinnova le divise dopo quasi vent'anni, è stata ideata dallo stilista di alta moda Ettore Billotta e si ispira al glamour della moda degli anni Cinquanta e Sessanta. Le divise sono rosse per il personale di volo e verdi per il personale di terra; come copricapo un cappellino ispirato alle terrazze delle Cinque Terre; per il personale maschile un design grigio antracite e verde bosco. Le nuove divise verranno distribuire dai primi di luglio. "Con queste nuove divise intendiamo rappresentare nel mondo l'eccellenza dell'Italia. Un Paese che da sempre è un'icona di stile ed eleganza a livello mondiale" aggiunge Ball.

martedì 17 maggio 2016

I 15 viaggi per far bella la pelle

Non solo più felici e rilassati: una vacanza può farvi più belli! Almeno a livello di pelle. Alla scoperta con Skyscanner di spa con trattamenti decisamente fuori dal comune per rendere splendente la vostra pelle!

1. Il Mar Morto in Israele
Israele è un paese meraviglioso, ricco di attrazioni antiche e moderne. Tra queste, il Mar Morto è sicuramente uno dei luoghi più unici che rari. È il punto più basso del pianeta, a circa 425 metri sotto il livello del mare, e le sue acque sono salatissime, particolarità che lo rende il centro termale naturale più grande del mondo. Con un soggiorno sulle sue rive avrete la possibilità di sperimentare i tantissimi trattamenti offerti dagli stabilimenti, ma anche di sfruttare i benefici del fango e dell’acqua che troverete sulle sue splendide spiagge. Vi consigliamo in particolare la spa Anantara, all’interno del Kempinski Hotel Ishtar Dead Sea: basteranno pochi giorni per vedere la vostra pelle luminosa e tonificata, migliorare la circolazione e… stamparvi un grande sorriso in faccia!

2. La Laguna Blu in Islanda
Per un viaggio alla scoperta degli incredibili paesaggi dell’isola del nord non servono soltanto giacche pesanti e sciarpe di lana, ma anche il costume di bagno. La famosa Blue Lagoon infatti, nei pressi della capitale Reykjavik, è un paradiso geotermale situato in un antico lago di lava. L’acqua ha una temperatura che oscilla tra i 37 e 39 gradi, ed è ricca di minerali sulfurei che sono un toccasana per la pelle. Lo stabilimento offre diversi trattamenti, ristoranti e bellissime stanze perfettamente integrate con lo scenario naturale circostante. Inoltre, il contrasto tra il colore azzurro ghiaccio dell’acqua e il nero delle rocce laviche che circondano la piscina aggiunge molto fascino a questo luogo dedicato al benessere e al relax.

3. Le acque vulcaniche di Ischia
Il fiore all’occhiello della costa campana è la bellissima Ischia, che oltre ad offrire panorami da sogno e un mare incontaminato vi darà la possibilità di provare ben 29 gruppi di sorgenti termali. Data la sua origine vulcanica, infatti, Ischia è una destinazione ideale per gli amanti di terme e affini: la maggior parte delle sorgenti si trova lungo la costa, ma anche sul fondo marino sono frequenti i getti di acqua bollente, e in tutta l’isola potrà capitarvi di osservare fumate di vapore acqueo che scaturiscono dalle fenditure del terreno. Per aiutarvi a decidere da dove iniziare il vostro tour, vi consigliamo il parco termale dei Giardini Poseidon: 20 piscine immerse in una natura rigogliosa, spiaggia privata e un centro benessere dove effettuare trattamenti di ogni genere per la bellezza di corpo e spirito. Se volete raggiungere Ischia in aereo, l’aeroporto più vicino è Napoli Capodichino, e tenete presente che prenotare un volo nazionale in Italia con circa 1 mese di anticipo rispetto alla data di partenza permette un risparmio di circa il 17,4% rispetto al costo medio del biglietto.

4. Le rose in Slovenia
La verde Slovenia è un luogo che riserva molte sorprese: boschi e montagne incontaminate, villaggi fiabeschi, città ricche di cultura, fino ad arrivare a splendide coste e acque cristalline. E proprio sulla costa si trova un incredibile centro benessere dal nome esplicativo: Kampinski Rose Spa. Qui potrete dimenticarvi del mondo esterno e abbandonarvi a una lunga lista di piaceri, tutti al sapore di rosa: dai peeling ai massaggi, passando per vasche profumate e creme miracolose. Senza dimenticare di far felice anche lo stomaco, visto che nel centro (un hotel di lusso a 5 stelle in perfetto stile austro-ungarico) si trovano anche diversi ristoranti, nei cui menu spiccano dolcetti e altre delizie davvero invitanti, sempre a base del fiore più romantico per eccellenza! E per proseguire con un’altra visita a tema, a solo un centinaio di chilometri da Portorose si trova Nova Gorica, la città delle rose, che ogni anno ospita un festival delle rose - che inizia in maggio nel periodo della fioritura e si conclude allo spuntare dei boccioli a metà giugno - dove il romantico fiore diventa protagonista di visite guidate (anche alla più antica collezione di rose Bourbon), deliziose specialità culinarie e trattamenti di bellezza, come il massaggio con olio di rosa.

5. Fish pedicure a Singapore
Da qualche anno ormai si è diffusa in tutto il mondo la pratica della fish pedicure, una tradizione nata in Asia che utilizza dei piccoli pesciolini d’acqua dolce, chiamati garra rufa, per rendere i piedi umani sani e morbidi come non mai. Questi pescetti infatti si cibano di detriti organici, come appunto la pelle morta o secca che tormenta talloni e caviglie di molti: il trattamento consiste quindi nell’immergere i piedi fino al polpaccio in una vasca piena di garra rufa, e attendere che questi piccoli dottori facciano il loro dovere. Singapore è un ottimo posto per concedersi una fish pedicure come si deve, ad esempio nelle spa del Sentosa, il gigantesco parco di divertimenti e resort dove la parola noia non esiste.

6. Open Spa in Giappone
Nel cuore profondo del Giappone, circondato da alte montagne e boschi rigogliosi, si nasconde l’incredibile centro Takaragawa Onsen, che ha nell’integrazione con la natura circostante il suo vero punto di forza. Le acque di un torrente affluente del grande fiume Tone riempiono piscine di acqua calda circondate da rocce e piante, mentre diverse strutture in perfetto stile giapponese accolgono gli ospiti della spa in ambienti caldi e confortevoli, tra legno di pino, carta di riso e tatami. Immergersi nell’acqua silenziosa del torrente sotto il cielo stellato è un’esperienza unica, resa ancora più piacevole da una cenetta a lume di candela nel ristorante della spa, dove si preparano deliziosi piatti tradizionali con ingredienti di primissima qualità. Secondo il nostro studio, il momento migliore per prenotare un volo verso il Giappone è 20 settimane prima della partenza, con un risparmio di oltre il 7% sul costo medio del biglietto, mentre il mese più conveniente per un viaggio in questo affascinante Paese è febbraio, quando i prezzi dei voli sono circa il 9% più bassi.

7. Le grotte termali di Tolantongo in Messico
Voliamo dall’altra parte dell’Oceano nel magico Messico, e più precisamente nella regione montuosa di Hidalgo. Qui dovrete inerpircarvi sulla cima di una montagna e poi scendere giù per una stretta strada che conduce a un luogo incantato: una serie di vasche di acqua calda e cascatelle all’aperto, circondate dalla natura e da qualche struttura ricettiva dove potete anche pernottare. Ma non fermatevi qui: con mezz’ora di cammino si raggiungono le famose grotte, al cui interno si celano laghi di acqua a 30 gradi circondati da stalattiti imponenti e cascate che filtrano dalle pareti rocciose. Lanciatevi in esplorazione di questo paradiso naturale, un po’ di fatica ma ne sarà valsa la pena! Qualche idea per decidere quando partire? Il mese più conveniente per volare in Messico è febbraio, quando i prezzi sono di quasi il 20% più economici. Tuttavia per cercare di ottenere il prezzo migliore è bene prenotare il volo con circa 18 settimane di anticipo, in questo modo si risparmia circa il 7% rispetto al costo medio del biglietto.

8. Vinoterapia a Bordeaux
Una delle ultime tendenze in fatto di trattamenti per avere una pelle splendida ci arriva dalla Francia, la nostra vicina famosa per tante cose deliziose tra cui… il vino! E infatti diverse spa hanno messo in pratica studi scientifici secondo cui l’uva e le foglie di vite avrebbero effetti e benefici da sogno sui nostri corpi. Les Sources de Caudalie è uno stabilimento bellissimo fuori Bordeaux, immerso nelle vigne e dotato di tutti i comfort, dove potrete sperimentare innovativi trattamenti come scrub con semi di uva, massaggi con oli estratti dai vitigni, pulizia del viso a base di foglie di vite e molto altro ancora. Insomma, non c’è bisogno di essere dei sommelier per godersi le gioie del vino! E se il mese più economico per volare in Francia è novembre, quando i voli costano circa il 12% in meno, prenotando con 16 settimane di anticipo si riesce a risparmiare circa il 7% rispetto al costo medio del volo.

9. Bagno al cioccolato in Svizzera
Proseguiamo con i trattamenti di bellezza a base di ingredienti insoliti (e molto gustosi): nella bella Ginevra potrete letteralmente fare il bagno nel cioccolato, senza paura di ingrassare - anzi! Proprio così, il cacao non è solo buono per il nostro stomaco, ma anche per la nostra pelle. Se non siete convinti visitate la spa After the Rain, una delle migliori nella città svizzera, dove nel menu sono inseriti diversi trattamenti a base di cioccolato, da massaggi di 45 minuti con olio di fave di cacao a bagni in cioccolato fuso e addirittura panna montata! Una volta finito di dedicarvi alla bellezza, potrete concentrarvi sulle papille gustative nel ristorante della spa - dove ovviamente il cioccolato è l’attrazione d’onore!

10. Maschera all’oro ad Abu Dhabi
La fama degli Emirati Arabi come mecca del lusso e dei vizi più proibiti è ormai nota in tutto il mondo. Se siete in viaggio da queste parti quindi vi consigliamo di provare una vera chicca nel mondo dei trattamenti di bellezza, ovvero la maschera a base di foglie d’oro a 24 carati. Increduli? E invece è proprio vero! Nella spa dell’Emirates Palace vi massageranno il viso con sottilissimi fogli d’oro sotto una pioggerellina nebulizzata che ne amplifica e radicalizza l’effetto. Il trattamento dura circa 90 minuti, e si completa di un rituale gastronomico, una pulizia facciale e un massaggio a testa e mani. Se non volete badare a spese, questa è la spa che fa per voi! Se però volete risparmiare almeno sul volo, il mese più economico per volare negli Emirati Arabi è novembre (si spende circa il 10% in meno), mentre in generale il miglior momento per prenotare è 20 settimane prima della data di partenza, quando si riesce a risparmiare circa il 14% rispetto al costo medio del biglietto.

lunedì 16 maggio 2016

Il bikini compie 70 anni: passione vacanze al mare

Da quando venne lanciato nel 1946 dal sarto francese Louis Reard, il costume da bagno è stato consacrato da star del cinema come Ursula Andress, nei panni di Honey Ryder in Agente 007 Licenza di uccidere del 1962, Rita Hayworth nel film "Gilda", con un due pezzi che le valse il soprannome di 'atomica', e ancora Brigitte Bardot nel film "E dio creò la donna" e Raquel Welch in "Un milione di anni fa".

Il nome bikini è ispirato all'atollo omonimo delle Isole Marshall, dove in quegli anni gli Usa conducevano una serie di test nucleari. Secondo Réard la sua invenzione avrebbe avuto effetti dirompenti, paragonabili a vere e proprie esplosioni. Il papà del bikini incontrò grandi difficoltà nel pubblicizzare la sua creatura: nessuna modella voleva indossare un costume tanto piccolo e scabroso e al povero sarto non restò che ingaggiare una disinibita spogliarellista del Casino de Paris.

sabato 14 maggio 2016

Tutti in Friuli per il festival NatureinPhoto

Birdwatching in riserva, escursioni “Boat & Bike”, gite all'alba in laguna, workshop, mostre e premi fotografici. Per un intero weekend, da venerdì 20 a domenica 22 maggio, i piccoli paesi della bassa friulana di Marano Lagunare e Muzzana del Turgnano, con lo splendido ambiente naturale che li circonda, ricco di biodiversità, si animeranno d'iniziative in occasione della prima edizione di NATUREinPhoto.

La manifestazione è una nuova iniziativa nata in Friuli Venezia Giulia: un festival per celebrare il binomio natura-fotografia che si terrà in uno dei luoghi che più si prestano a questo sodalizio, un ambiente che ha nella biodiversità la propria ricchezza. In un territorio di pochi chilometri quadrati, che va dal paese di Muzzana del Turgnano a quello di Marano Lagunare, s'incontrano infatti boschi di latifoglie di origine millenaria, resti dell'antica foresta lupanica, e ambienti lagunari incontaminati, come le Riserve Naturali di Valle Canal Novo e delle Foci dello Stella, paradiso per gli amanti del birdwatching.

E ancora il fiume Cormor, che s'insinua tra le zone boschive fino a raggiungere le distese d'acque lagunari. Boschi, fiume e laguna sono i tre protagonisti del concorso fotografico NATUREinPhoto, alla sua sesta edizione, da cui nasce l'omonimo festival, che ne ospiterà le premiazioni sabato 21 maggio nella bella cornice della Vecia Pescheria di Marano Lagunare. Il successo riscosso con l'ormai consolidato concorso, cresciuto sempre più negli anni e ormai conosciuto in tutt'Italia, ha convinto gli organizzatori, le due amministrazioni comunali, l'associazione La Seraia e le Riserve Naturali Regionali Valle Canal Novo e Foci dello Stella, a costruirci intorno un festival da dedicare agli appassionati di fotografia naturalistica, che prima ancora, per definizione, sono amanti della natura.

Testimonial della manifestazione sarà il padovano Pierluigi Rizzato. Con oltre trent'anni di carriera alle spalle, è uno dei più stimati fotografi naturalisti del momento. Venerdì 20 maggio alle 20.45 presenterà, presso Villa Muciana (piazza San Marco, Muzzana del Turgnano), una proiezione personale che raccoglie alcuni scatti realizzati nella savana africana. Tra questi anche la foto di una leonessa che insegue una gazzella, con cui ha vinto pochi mesi fa l'Oasis Photocontest, l'Oscar della fotografia naturalistica, come miglior fotografo italiano.

Nella mattinata del giorno successivo, sabato 21 maggio alle 9, saranno due le opzioni a disposizione del pubblico, entrambe con ritrovo alla Riserva Naturale Valle Canal Novo (Marano Lagunare). Per chi volesse cimentarsi con la fotografia ci sarà uno speciale workshop a cura di Luciano Piazza e Roberto Zaffi, fotografi naturalisti di grande esperienza, specializzati nella fotografia di volatili (www.alienatura.com). Per chi volesse invece dedicarsi a un'escursione in mezzo alla natura il festival propone l'iniziativa “Boat & Bike”: una gita tra bosco, fiume e laguna coperta per metà via terra, sul sellino di una bici, e per metà via fiume, a bordo di una barca.

Per le scuole del territorio, invece, l'appuntamento è sabato alle 11 a Muzzana, presso Villa Muciana, dove si terrà la premiazione-festa di Scuola inPhoto, il concorso di fotografia riservato agli studenti. Sempre a Villa Muciana, alle 16, saranno invece proposti, in una proiezione audiovisiva a cura di AFNI FVG (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) e Circolo Fotografico Palmarino, alcuni tra i più significativi lavori dei due club fotografici: Wyoming Express, Rainy Days, Pizzoc, A casa di Yoghi, Waterflow e Inspired by Iceland. A coronare la serata, alle 21, saranno le premiazione del concorso fotografico NATUREinPhoto.

Diviso quest'anno in quattro sezioni (Wildlife, Il popolo alato, Marano e la sua laguna, Muzzana e i suoi boschi), il concorso ha visto la partecipazione di un centinaio di fotografi provenienti da tutt'Italia. In palio tre premi per ciascuna categoria (300 euro al primo classificato, 200 al secondo e 100 al terzo) e un premio al migliore scatto in assoluto del valore di 500 euro, più un viaggio nella foresta di Kocevje, in Slovenia, con soggiorno nei capanni per fotografare l'orso bruno.