mercoledì 22 novembre 2017

La Spezia, Laghezza: "indispensabile una forte rappresentanza del cluster marittimo"

LA SPEZIA - Il mondo dei trasporti marittimi ha necessità urgente di una rappresentanza politico-associativa forte, in grado di rilanciare con decisione, anche e specialmente con il nuovo governo che scaturirà dalle elezioni 2018, il tema della logistica dei trasporti marittimi e dei porti come centrale e strategico per il rilancio del sistema paese.

È in quest’ottica che, attraverso il suo presidente Alessandro Laghezza, l’Associazione Spedizionieri di La Spezia ha deciso di partecipare al tavolo di confronto per la realizzazione di Confmare, ovvero di una nuova struttura articolata che dia voce in modo coerente alle differenti categorie imprenditoriali che operano e interagiscono nel settore e che crei un rapporto armonico con il mondo dei servizi.

Con lo stesso spirito, esiste una forte motivazione a valutare alleanze di tipo differente ed estese ad altri soggetti.

“Non sono le sigle - afferma Alessandro Laghezza - a fare la differenza. Sono i contenuti e la capacità di coordinamento effettivo di categorie che per troppo tempo hanno seguito strade e strategie indipendenti, quando oggi un mercato dei trasporti, fortemente polarizzato è alle prese con una crisi finanziaria tutt’oggi sottostimata. Gli spedizionieri spezzini, come per altro i colleghi genovesi, sono convinti della necessità di concentrare gli sforzi e quindi il potere contrattuale in una organizzazione che possa, in particolare per quanto attiene la filiera mare e porti, esprimere posizioni forti anche rispetto alle controparti politiche e istituzionali”.

giovedì 16 novembre 2017

Il bianco e nero di Kounellis in mostra all'Istituto per la Grafica

ROMA - Il bianco e il nero diventa protagonista della mostra Kounellis. Impronte all'Istituto Centrale per la Grafica nelle sale di Palazzo Poli dal 15 novembre 2017 al 7 gennaio.
 
Kounellis, protagonista indiscusso di un'arte che ha rivoluzionato il linguaggio pittorico a partire dagli anni Sessanta, aveva personalmente scelto le opere da esporre e si accingeva a seguirne l'allestimento quando è venuto a mancare a febbraio.

Sulla base delle scelte stilistiche esercitate dal Maestro e per sua espressa volontà, l'Istituto, in accordo con l'Archivio Kounellis, espone nella mostra a cura di Antonella Renzitti e Bruno Corà, l'ultimo lavoro grafico realizzato nel 2014 con la Stamperia d'Arte di Corrado e Gianluca Albicocco di Udine e due cicli di opere, The Gospel according to Thomas del 2000 e Opus I del 2005, entrambi realizzati a Jaffa con la stamperia israeliana Har-El Printers & Publisher.

lunedì 13 novembre 2017

Hotel o appartamento? Kayak svela quale sistemazione scegliere per risparmiare

MILANO - Pianificare le vacanze significa anche trovare il giusto equilibrio tra costi e comodità, ma non sempre è così semplice. Le case vacanze sono spesso più economiche e spaziose, mentre gli hotel garantiscono maggiori servizi. Quindi, come districarsi nella scelta?  Il motore di ricerca viaggi KAYAK.it ha analizzato i propri dati per scoprire i costi effettivi per metro quadrato di hotel a 3 e 4 stelle, confrontandoli con i costi di case vacanze nelle destinazioni preferite dagli italiani.

Copenaghen e Londra le destinazioni europee più costose per una camera d’albergo

Tra le mete più popolari tra gli italiani, Copenaghen svetta come la più costosa in base al prezzo medio per metro quadrato di hotel a 3 e 4 stelle, con un costo medio che tocca gli 8,30 €. Seguono Londra e Parigi che, nonostante abbiano le camere più piccole (19 mq) rispetto alle altre destinazioni della top 10, registrano i costi maggiori, in media rispettivamente 7,72 € e 7,02 € per metro quadrato. Tra le dieci mete preferite dai viaggiatori del Bel Paese solo Praga e Budapest offrono hotel con costi medi per metro quadrato inferiori ai 3 € (rispettivamente 2,58 € e 2,84 €).

Guardando alle mete sud europee, tra Lisbona e Barcellona è la capitale portoghese a vantare costi più contenuti, il prezzo medio per metro quadrato per una camera d’albergo è infatti di 4,27 € contro i 5,94 € della città catalana, che vanta però una maggior ampiezza delle stanze, un paio di metri quadrati in più rispetto a quelle lisbonete (21 mq).

Case vacanze: quali sono le destinazioni più economiche in Europa?

Budapest e Praga salgono sul podio delle città più economiche non solo per gli alberghi, ma anche per le case vacanze (rispettivamente con un prezzo medio di 1,42 € e 1,61 € al metro quadrato), subito seguite da Lisbona, dove un appartamento si paga in media 1,94 € per metro quadrato. Amsterdam è invece la destinazione più costosa per una casa vacanze: con ben 6,14 € risulta essere l’unica città con un prezzo medio che supera i 5 € per metro quadrato.

Chi predilige gli spazi più ampi potrebbe quindi pensare a Copenaghen. Nonostante questa sia la città che offre le camere di hotel tra le più piccole e in media al maggior prezzo per metro quadrato, si può considerare invece un buon affare per un appartamento: in questo caso, infatti, spendendo solo l’11% in più rispetto all’albergo si può godere di un uno spazio tre volte più ampio, con una media di 65 mq rispetto ai 20 mq di una stanza di hotel. Una simile situazione si presenta a Madrid, dove aumentando il proprio budget solo del 4% si può soggiornare in un appartamento più ampio del 74% rispetto a una camera di hotel. La scelta di un appartamento rispetto a un albergo conviene anche a Budapest dove si risparmia fino al 17% e si può godere in media del 65% in più di spazio.

venerdì 10 novembre 2017

Mercatini di Natale a Borgo Egnazia: dal 18 novembre un appuntamento unico per entrare nella magia natalizia in 'stile pugliese'


SAVELLETRI DI FASANO (BR) – Si fa festa a Borgo Egnazia, anche quando l’estate è lontana e, al suo posto, arrivano le atmosfere cariche di tradizione del Natale pugliese. E dunque è tempo di piccole luci bianche come stelle tra gli ulivi, falò che illuminano la pietra, il suono delle zampogne, il profumo delle pettole e dei dolci di mandorle tra i vicoli del Borgo.

Dal 18 Novembre tornano i Mercatini di Natale, un appuntamento unico per entrare nella magia natalizia in “stile pugliese”. Aperti a tutti (con prenotazione obbligatoria), saranno un omaggio alle tradizioni più antiche, un affascinante percorso tra il talento degli artigiani locali e le delizie tipiche delle feste. La Piazza sarà il cuore della serata, inoltre sei casette saranno trasformate in botteghe, aperte a tutti coloro che vorranno avvicinarsi alle antiche maestranze pugliesi e non solo: la “Casa degli Artigiani”, la “Casa della Ceramica”, la “Casa di Carta Pesta” e poi ancora la “Casa del Sapore”, regno delle degustazioni e degli show cooking, la “Casa delle Bambole”, con la realizzazione “live” di bambole in panno, juta e rafia e per finire la “Casa di Borgo Egnazia”, un luogo di incontro per scoprire curiosità e novità del Borgo.

I Mercatini saranno visitabili ogni weekend dal 18 novembre fino al 10 dicembre, ogni giorno dal 23 dicembre al 1° gennaio 2018 e, infine, dal 5 al 7 gennaio 2018 con il gran finale dell’Epifania per salutare le festività.

Date: 18/19, 24/26 novembre - 1/3, 8/10 e tutti i giorni dal 23 dicembre al 1 gennaio (escluso il 29/12) - 5/7 gennaio
Orario: Venerdì: 18.00-22.00 - Sabato: 18.00-22.00 - Domenica: 11.00-22.00

BORGO EGNAZIA – Borgo Egnazia, a Savelletri di Fasano, è un meraviglioso luogo ispirato nelle forme, nei materiali e nei colori a un tipico paese pugliese. Qui unicità e autenticità si fondono per creare qualcosa di inedito e speciale, introvabile altrove, che riesce a combinare le più genuine tradizioni locali a servizi di altissimo livello. Aperto tutto l’anno, offre 63 camere, 92 casette e 29 ville, diversi ristoranti, due bellissime spiagge private, piscine indoor e outdoor, campi da tennis e le 18 buche del San Domenico Golf, un classico percorso “link” caratterizzato da vegetazione mediterranea, ulivi secolari e affacci sul mare. All’interno di Borgo Egnazia si trova Vair, spa la cui visione (“vair” in pugliese significa “vero”) pone l’enfasi sulla bellezza interiore come fulcro dei trattamenti, ispirati alle tradizioni locali e caratterizzati da nomi in dialetto.

giovedì 9 novembre 2017

New York: ecco le più belle giostre dei cavalli

NEW YORK — La Grande mela ha un fascino particolare per i bambini: luci, negozi di giocattoli, spettacolari musei e…meravigliose giostre dei cavalli! New York City ne va pazza, tanto che in città le giostre sono una vera attrazione da non perdere per le famiglie in viaggio, posizionate in luoghi iconici e scenografici. Dal SeaGlass a Battery Park, Manhattan, fino al Bug Carousel all’interno del Bronx Zoo, ecco le 11 giostre più belle, per un vero e proprio tour formato baby.

BROOKYLN
Jane’s Carousel; Brooklyn Bridge Park, DUMBO. Se si visita il quartiere di DUMBO (Brooklyn) con i più piccoli non si può perdere un giro su Jane’s Carousel. Questa bellissima giostra risalente al 1922, è stata portata a New York City dall’Ohio, completamente ristrutturata e posizionata nel Brooklyn Bridge Park nel 2011. La giostra è inserita all’interno di una struttura di vetro trasparente progettata dall’architetto francese Jean Nouvel, che la ripara in caso di pioggia. In sella ai suoi 48 cavalli, si possono ammirare vedute straordinarie dell’East River, del Ponte di Brooklyn e dello skyline di Manhattan. Una corsa costa solamente 2 dollari.
Prospect Park Carousel; Prospect Park. Intagliato a mano nel 1912 e assemblato a Coney Island, questa giostra è una delle principali attrazioni di Prospect Park dal 1952. Oltre ai 53 cavalli di legno, sono presenti altri animali, tra cui un leone, una giraffa, un cervo e un carro trainato da un dragone. Ognuno di essi è realizzato artigianalmente ed è dettagliato nei lineamenti e nelle forme. Questa giostra è una delle poche al mondo ad essere accessibile in carrozzella. Inoltre, può essere noleggiata per feste di compleanno.
B&B Carousell; Luna Park; Coney Island. Risalente al 1906 e oggetto di divertimento per grandi e piccini sin dagli anni ’30, la giostra del luna park di Coney Island ha il potere di trasportare nel passato chiunque ci salga. Il suo fascino è rimasto intatto nel corso del tempo, fattore che rende le corse ancora più emozionanti. Il B&B Carousel, situato al centro della Steeplechase Plaza, è l’unica giostra rimasta al Luna Park di Coney Island.

BRONX
Bug Carousel; Bronx Zoo. Si tratta di una giostra piuttosto insolita: al posto dei classici animali, infatti, qui si cavalcano mantidi, cavallette, scarabei e altre specie di insetti. Perfetto per tutti gli appassionati di entomologia, il Bug Carousel è posizionato proprio al centro dello zoo ed è aperto tutto l’anno.

MANHATTAN
Friedsam Memorial Carousel; Central Park, Midtown. Punto focale di Central Park, questo famosissimo e antico carosello è frequentato da quasi 250.000 persone all’anno. Oggi 57 cavalli di legno sostituiscono i cavalli veri presenti nella prima versione della giostra, realizzata da Stein & Goldstein nel 1908, successivamente smantellata nel 1924 e sostituita due volte da nuove giostre, che vennero però distrutte dagli incendi. L’attuale giostra è perfetta per organizzare feste di compleanno e eventi per bambini.
Le Carrousel; Bryant Park, Midtown. Il nome d’ispirazione francese non è un caso: Le Carrousel è un omaggio alla Francia, così come lo è l’intero parco. Le musiche del cabaret francese fanno da sottofondo alle corse su cavalli d’epoca e la piattaforma della giostra in legno si fonde alla perfezione con il tetto naturale creato dalle foglie dei platani.
Pier 62 Carousel; Hudson River Park, Chelsea. Questa grande giostra (10 metri) è una delle maggiori attrazioni dell’Hudson River Park: caratterizzata dalla presenza di 33 animali in legno intagliato a mano e da un carro, può ospitare fino a 36 persone in una sola volta. Contraddistinto da un tetto verde, il Pier 62 si affaccia su un vasto prato e su viali alberati.
SeaGlass Carousel; Battery Park, The Battery. Il carosello a tema acquatico è una delle grandi novità del Battery Park, con lo scopo di attirare ed entusiasmare grandi e piccini. Costruita in onore del vecchio Aquarium at the Castle, che aprì i battenti nel 1896 e chiuse nel 1941, questa giostra comprende grandi pesci luminosi e creature marine. La scenografia, composta da 60 pannelli SmartGlass, cambia colori rievocando tutte le sfumature dell’oceano, dall’azzurro al blu intenso.

QUEENS
Forest Park Carousel; Forest Park. Circondato dai 544 ettari del Forest Park, questo carosello è una vera e propria opera d’arte. Fu realizzata a mano da Daniel Carl Muller e inserita nel parco nel 1973.
Flushing Meadows Carousel; Flushing Meadows-Corona Park. Oltre al carosello, la Fantasy Forest di Flushing Meadows ospita tante altre attrazioni adatte a bambini di tutte le età.

STATEN ISLAND
The Carousel for All Children; Willowbrook Park. Realizzata in stile vittoriano, questa giostra venne inaugurata nel 1999. Creature mitologiche, specie in via di estinzione e i tradizionali cavalli da salto sono stati create da artigiani appositamente per il carosello di Willowbrook Park. Durante la corsa si ammirano 20 render dipinti a mano raffiguranti i simboli di Staten Island. La Greenbelt Conservancy si occupa della manutenzione di questa attrazione.

Il giro sulle giostre è un’attività imperdibile a NYC e d’inverno acquista ancora più fascino. Per ulteriori informazioni sui caroselli e su altre attività per famiglie, visitare il sito nycgo.com/family. Per condividere la propria esperienza personale su Instagram si può taggare @NYCGo e utilizzare l’hashtag #SeeYourCity.

martedì 7 novembre 2017

Riapre il Louvre di Abu Dhabi

ABU DHABI - Ci sarà anche il presidente francese, Emmanuel Macron, all'inaugurazione del Museo Louvre di Abu Dhabi, la nuova 'città museo' voluta dagli Emirati Arabi Uniti (Eau), un cantiere colossale firmato dall'architetto Jean Nouvel, che aprirà le porte dopo dieci anni di lavori su un'isola della città.

Uno scrigno "universale" - il primo del genere in tutto il mondo arabo - che metterà in luce opere provenienti dalle civiltà del mondo intero, coperto da una grande cupola di 180 metri composta da 8.000 singole stelle metalliche. Macron si recherà poi a Dubai. Tra gli altri temi sul tavolo della visita, la convergenza antiterrorismo e il partenariato economico.