martedì 19 settembre 2017

TripAdvisor, museo Egizio più apprezzato degli Uffizi

TORINO - E' l'Egizio di Torino il museo italiano più apprezzato dai viaggiatori di tutto il mondo. A stabilirlo una classifica stilata da TripAdvisor, secondo cui l'esposizione dedicata alla cultura e all'arte dell'antico Egitto - la più importante al mondo dopo quella del Cairo - ha superato nel gradimento dei viaggiatori anche gli Uffizi di Firenze, secondi.

Grazie all'Egizio, sempre secondo TripAdvisor, l'Italia entra anche nella top ten della classifica europea dei musei, dominata dal Musee d'Orsay di Parigi e dall'Hermitage di San Pietroburgo, piazzandosi al nono posto.

Torino si piazza ai primi posti della classifica nazionale anche con il Museo del Cinema (7/o) e dell'Automobile (9/o). Si difende bene Firenze, che conquista anche il terzo posto con la Galleria dell'Accademia, mentre Roma occupa il 4/o e il 6/o posto con Galleria Borghese e Castel Sant'Angelo.

TOP 10 ITALIA
1. Museo Egizio di Torino, Torino
2. Galleria degli Uffizi, Firenze
3. Galleria dell'Accademia, Firenze
4. Galleria Borghese, Roma
5. Musei Vaticani, Vaticano
6. Castel Sant'Angelo, Roma
7. Museo Nazionale del Cinema, Torino
8. Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
9. Museo dell'Automobile, Torino
10. Museo Archeologico Nazionale, Napoli

TOP 10 EUROPA
1. Musée d'Orsay, Parigi, Francia
2. Palazzo d'inverno e Hermitage, San Pietroburgo, Russia
3. Museo dell’Acropoli, Atene, Grecia
4. Museo del Prado, Madrid, Spagna
5. Victoria and Albert Museum, Londra, Regno Unito
6. National Gallery, Londra, Regno Unito
7. Vasa Museum, Stoccolma, Svezia
8. Museo del Louvre, Parigi, Francia
9. Museo Egizio di Torino, Torino, Italia
10. Il Rijksmuseum (Museo Nazionale), Amsterdam, Paesi Bassi

TOP 10 MONDO
1. The Metropolitan Museum of Art, New York, USA
2. Museo Nazionale della Seconda Guerra Mondiale, New Orleans, USA
3. Musée d'Orsay, Parigi, Francia
4. Istituto d’Arte di Chicago, Chicago, USA
5. Palazzo d'inverno e Hermitage, San Pietroburgo, Russia
6. Memoriale per l'11 settembre, New York, USA
7. Museo Nazionale di Antropologia, Città del Messico, Messico
8. Museo dell’Acropoli, Atene, Grecia
9. Museo del Prado, Madrid, Spagna
10. Victoria and Albert Museum Londra, Regno Unito

lunedì 18 settembre 2017

Vacanza a Cattolica: gita all'acquario

Ogni tanto concedersi una piccola fuga dallo stress del lavoro e degli impegni è la soluzione migliore per ritrovare benessere e buonumore. Non serve progettare un viaggio dall’altra parte del mondo, soprattutto se i giorni a disposizioni sono pochi e il tempo ridotto; ecco quindi che per vivere una piccola vacanza basta partire alla volta della meravigliosa Emilia Romagna e scegliere uno dei numerosi hotel vicino all’acquario di Cattolica. Cattolica è una delle città simbolo dell’Emilia Romagna, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per l’ampia offerta turistica ( soprattutto durante il periodo estivo) e ovviamente per il suo Acquario. Si tratta di una struttura molto particolare: l’acquario è infatti ospitato in quella che doveva essere una colonia navale, ed infatti ad esso è stato dato il soprannome LE NAVI. L’acquario si estende infatti in più strutture singole, disposte in modo tale da costituire, in visione aerea, tante piccole flotte. Tante le iniziative rivolte ai piccoli e ai grandi che sono organizzate dalla struttura per rendere la visita all’acquario un evento imperdibile e indimenticabile, in grado di arricchire sapere e buonumore.

Ma l’acquario, ricco tra l’altro di numerose percorsi tecnologici per accompagnare ogni visitato alla scoperta del mondo marino, non è l’unica attrazione da vivere nella Perla dell’Adriatico; una volta giunti infatti nella splendida città di Cattolica sarà possibile visitare il Museo della Regina all’interno del quale sono ospitate due sezioni, quella dei reperti storico-archeologici e quella dei reperti della Marineria. Un modo nuovo e diverso di conoscere la nostra storia e la nostra cultura, per imparare di più e comprendere meglio la storia della nostra civiltà.

Per continuare il viaggio sulle tracce di un passato ancora vivido, oltre a vedere la casa nella quale alloggio il celebre Guglielmo Marconi e il Teatro della Regina ( dove nel periodo estivo vengono organizzati numerosi eventi e concerti), non si può non visitare la Rocca di Cattolica, situata al centro della città nel lontano 1400 e ancora oggi in piedi. Eretta con lo scopo di proteggere dagli invasori e dai malintenzionati l’antico insediamento medievale, la struttura torreggia ancora oggi sul centro urbano, quasi ad incutere ancora paura a chi intende varcare le mura della città con cattive intenzioni.

Oltre i siti di interesse storico-culturale e scientifico la città di Cattolica sa offrire ai suoi turisti anche momenti di svago e divertimento: assolutamente imperdibile è infatti la passeggiata sul lungomare della città, dove è possibile ammirare le barche e le spiagge; dove poter ammirare il morire del sole comodamente seduti a sorseggiare un ottimo aperitivo in uno dei numerosi ristori dissipati lungo tutta la passerella.

Prima di lasciare questa bella città bisogna visitare il parco della Pace, la grande area verde di Cattolica dove famiglie e singoli si ritrovano durante il giorno per incontrarsi e respirare un po’ di serenità e tranquillità, lontani dal caos delle automobili. Sedersi su una panchina e ritrovare la giusta carica per tornare alla vita di tutti i giorni avrà un sapore malinconico, ma ne varrà assolutamente la pena.

venerdì 15 settembre 2017

Napoli, al via 'Le Mille luci di New York'

NAPOLI - Gli anni '80 riletti partendo dai suoi principali protagonisti, con due vincoli fondamentali: la pittura e New York. E' questo l'obiettivo della mostra "Le mille luci di New York. Basquiat, Clemente, Haring, Schnabel, Warhol" ospitate nelle Gallerie d'Italia - Palazzo Zevallos Stigliano.
 
Gli anni al centro della mostra sono gli stessi nei quali anche Napoli si dimostra la città italiana artisticamente più stimolante e dal taglio internazionale, grazie all'attività di gallerie come Lucio Amelio, Lia Rumma, Morra e Trisorio, che fanno da ponte tra l'Italia e la Big Apple creando le condizioni per il contatto di questi cinque straordinari artisti.
   
La mostra, curata da Luca Beatrice, presenta una selezione di opere dei cinque grandi artisti, provenienti da collezioni private, quindi raramente disponibili al pubblico, e da istituzioni come il Museo Madre di Napoli, oltre che dalla collezione di Intesa Sanpaolo. Il progetto espositivo Le mille luci di New York - dal titolo del romanzo Bright Lights, Bright City pubblicato nel 1984 da Jay McInerney - accende i riflettori sul clima culturale degli anni '80, che vede la città di New York più splendente che mai, illuminata da neon colorati a suggellare un decennio davvero straordinario, dove cultura ed economia, arte e finanza, vita mondana e divertimento sono tra gli indicatori di un nuovo boom, anche più clamoroso di quello degli anni Sessanta. L'esposizione sarà aperta al pubblico da domani al 5 novembre.

martedì 12 settembre 2017

Abbazia di Montescaglioso, al via lavori Civitars

MATERA - Al via a Montescaglioso i lavori per la realizzazione, all'interno dell'Abbazia di San Michele Arcangelo, del Centro di eccellenza delle Arti del Mediterraneo (Civitars). Il progetto è stato finanziato dal Ministero per i Beni culturali e il Turismo per un milione di euro, attraverso la società in house Arte lavoro e servizio spa (Ales).

L'intervento di restauro prevede il completamento dei locali del corridoio sinistro del primo piano dell'Abbazia, compresa la Biblioteca dell'Abate, oltre a importanti interventi su affreschi, portali e altre opere artistiche e alla dotazione di arredi e attrezzature. "Particolare attenzione - ha evidenziato il sindaco, Vincenzo Zito - è stata riservata alla Sala del Capitolo che sarà dotata di tutti i servizi indispensabili per renderla finalmente un luogo idoneo a incontri pubblici". "A proposito le Città di Montescaglioso e Matera - ha concluso il sindaco - hanno firmato un protocollo d'intesa che sancisce il complesso monastico quale centro congressuale culturale internazionale di Matera 2019 e per ogni altra iniziativa nell'ambito di tale programma".
 
Durante i lavori l'Abbazia sarà regolarmente fruibile dai visitatori.

sabato 9 settembre 2017

A Venezia la collezione Al Thani

VENEZIA - Sbarca a Venezia una mostra dedicata alle gemme e ai gioielli indiani, dal XVI al XX secolo, appartenenti alla Collezione Al Thani. Sono oltre 270 gli oggetti esposti a Palazzo Ducale che racconteranno fino al 13 gennaio cinquecento anni di storia dell'arte orafa legata, per origine o ispirazione, al subcontinente indiano.
 
Promossa dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, la mostra 'Tesori dei Moghul e dei maharaja: la Collezione Al Thani' offre l'opportunità al pubblico di ammirare per la prima volta quasi trecento pezzi provenienti dalla collezione creata da sua altezza lo sceicco Hamad bin Abdullah Al Thani, membro della famiglia reale del Qatar.
   

giovedì 7 settembre 2017

Louvre Abu Dhabi apre i battenti l'11 novembre

ABU DHABI - Louvre Abu Dhabi aprirà l'11 novembre. Ad annunciarlo il ministro della cultura, Francoise Nyssen, affermando che "la Francia è fiera di collaborare a questo progetto con gli Emirati arabi uniti", una risposta congiunta di Parigi e Abu Dhabi in un momento in cui "la cultura è attaccata".
 
Soddisfatto il direttore del Louvre di Parigi, Jean Luc Martinez, che ha parlato di "una collaborazione senza precedenti tra i due paesi". E' un "messaggio di tolleranza", ha detto il presidente dell'autorità del turismo e della cultura di Abu Dhabi, Mohamed Khalifa Al Moubarak.
   
Concepito dall'architetto Jean Nouvel, il museo è frutto di un progetto avviato 10 anni fa e prevede inizialmente una durata di 30 anni, durante i quali Parigi fornirà la sua consulenza. Il solo uso del nome Louvre frutterà alle casse francesi 400 milioni di euro. La struttura si estenderà su 86 mila mq e ospiterà 700 opere esposte in 55 gallerie; circa 300 saranno prestate da 13 musei francesi. Macron sarà presente all'apertura.

martedì 5 settembre 2017

Inverno in crescita dopo estate boom

Si preannuncia un inverno in crescita, dopo un estate boom, grazie al buon andamento dell'economia. L'indice di fiducia - rileva l'indagine periodica di Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli - raggiunge ad agosto un valore pari a 69 punti, vicino al massimo annuale toccato a luglio (70 punti), confermandosi a livelli ottimali pur con una leggera diminuzione.

Sono i giovani fino a 34 anni e coloro che si trovano in piena età lavorativa (fino a 54 anni) a dimostrare maggiore propensione al viaggio nei prossimi mesi, con valori dell'indice che segnano rispettivamente 81 e 75 punti, ben al di sopra della media generale. Dopo un'estate molto positiva per l'Italia, il flusso turistico crescerà anche per la prossima stagione invernale, almeno così prevede il 42% degli intervistati.

La spinta - evidenzia Confturismo in una nota - arriva dal buon andamento economico. Il prodotto interno lordo crescerà nel 2017 dell'1,3%, il valore massimo da quando l'Italia è uscita dalla recessione nel 2015. Il dato è confermato dall'indagine: si evidenzia un saldo positivo dall'inizio dell'anno tra ottimisti e pessimisti per quanto riguarda la fiducia degli italiani nei confronti della situazione economica nel lungo periodo.

La forte crescita nel settore turistico è trainata dalle destinazioni nazionali. Si denota un allungamento della stagione estiva a settembre, con il mare che rimane in cima alle preferenze. Al tempo stesso la visita di musei, monumenti o mostre rimane la prima motivazione di viaggio per quasi 5 italiani su 10 ed in particolare la scoperta dei beni culturali è indicata al primo posto da per chi viaggerà per riposarsi sia da chi viaggerà per divertirsi. Per questi motivi, destinazioni quali Puglia, Toscana, Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Sicilia sono preferite dai turisti che resteranno in Italia nel prossimo trimestre. La Spagna rimane in cima alle preferenze, nonostante i tragici fatti di Barcellona, mentre gli Stati Uniti saranno la meta prediletta nel continente americano.

giovedì 31 agosto 2017

Lady Diana, una guida per 15 itinerari a Londra

LONDRA - A vent'anni dalla morte di Diana nel tragico incidente di Parigi, esce una guida di Londra e dintorni con tutti gli itinerari segreti ed i luoghi frequentati dalla principessa.

Il libro, disponibile da fine settembre su Amazon, è a cura di Marina Minelli, giornalista, scrittrice e royal blogger, ed è a metà fra la guida turistica e la biografia con percorsi nella capitale britannica alla ricerca di un personaggio sicuramente controverso e contraddittorio ma ancora oggi amatissimo.

“La vita della principessa di Galles – evidenzia l’autrice – si dipana attraverso Londra, da quella più frenetica e alla moda, fra negozi e atelier degli stilisti in voga, ai palazzi dove si svolgeva la sua vita ufficiale, dove i ricordi sono ancora numerosi”. A Clarence House, la residenza della Queen Mum, Diana passa, in totale solitudine, la notte che precede il fidanzamento e poi la vigilia delle nozze.

“Da qualche anno – aggiunge Marina Minelli – questo bell’edificio in stile Regency è aperto al pubblico per circa un mese ogni estate e conserva ancora l’atmosfera dell’epoca. Ma anche la cattedrale di Saint Paul, una delle mete cult del turismo londinese, è indissolubilmente legata all’immagine della giovane sposa mentre sale l’immensa scalinata con il vento che le scompiglia il velo e il lunghissimo strascico”.

Nel suo libro Marina Minelli percorre tutti questi luoghi, raccontandone la storia, i segreti e le connessioni con Diana. “Ai Kensington Gardens oggi ci sono una fontana e un playground dedicati alla memoria di Diana – spiega l’autrice – ma in realtà la principessa è molto presente in spirito e immagini anche all’interno del museo di Kensington Palace situato a poche centinaia di metri dall’appartamento dove vive a partire dal 1982”.

La storia di Carlo e Diana, che tanto assomiglia a una tragedia di William Shakespeare, ha avuto come palcoscenico Londra ma anche i paesaggi idilliaci di quella straordinaria Inghilterra rurale conservata con amore da secoli. Questo libro/guida offre punti di vista diverso, qui dove la metropoli moderna proiettata verso il futuro e i verdi campi delle contee fanno da sfondo a un dramma dalle tinte fosche e alla turbolenta esistenza di un personaggio fatto di luci e di ombre che ha travolto e sconvolto l’imperturbabile monarchia inglese cambiandola per sempre. Tanti gli aneddoti e le vicende meno note legate soprattutto all’infanzia e alla giovinezza di quella che diventerà la principessa di Galles.

martedì 29 agosto 2017

A Venezia 'Picasso. Sulla spiaggia'

VENEZIA - Al via la nuova mostra-dossier 'Picasso. On the beach/Sulla spiaggia', curata da Luca Massimo Barbero, che la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia proporrà negli spazi espositivi della Project Room da venerdì 26 agosto e fino al 7 gennaio 2018.

Attraverso una selezione unica di opere (tre dipinti - Sulla spiaggia, Femme assise sur la plage, Grande baigneuse au livre -, dieci disegni realizzati da Pablo Picasso tra febbraio e dicembre del 1937 e una scultura - che arriverà a Venezia a fine settembre -, esposte insieme per la prima volta in occasione della mostra), Barbero cerca di gettare nuova luce sul lavoro dell'artista spagnolo, evidenziando i suoi collegamenti con quel Mediterraneo che ha avuto un ruolo così importante nella sua carriera artistica. L'esposizione, nata in collaborazione con il Musée national Picasso-Paris e che rientra nel programma di seminari, pubblicazioni, studi ed esposizioni legato al progetto triennale 'Picasso-Méditerranée', è stata presentata in anteprima dal direttore della Peggy Guggenheim di Venezia, Karole Vail, e da Barbero.

"E' una mostra - ha spiegato Vail - piccola ma di altissima qualità. Di Picasso possiamo sempre trovare cose sempre più interessanti da scoprire. Qui ci incentriamo su opere composte nel 1937, anno molto importante per la storia europea e quella dello stesso Picasso".

martedì 22 agosto 2017

Dimmi quanti giorni hai e ti dirò dove andare

AMSTERDAM - New York in 12,7 giorni, Londra 7,3 giorni, Amsterdam in 4,9 giorni: Skyscanner.it ha analizzato la durata media dei soggiorni ricercati per l’estate dai viaggiatori italiani e si è divertito a creare delle mini-guide per dieci delle destinazioni più popolari, pensate proprio per ottimizzare il soggiorno in base alla durata media del viaggio.

Ecco quindi 10 itinerari perfetti per sfruttare al meglio il tempo-vacanza a New York, Bangkok, Ibiza, Londra, L'Avana, Barcellona, Amsterdam, Tokyo, Lisbona e Malta!

1. New York - Durata media di permanenza: 12,7 giorni
Dall'Empire State Building al MoMa, fino alla distesa verde di Central Park, sono infinte le attrattive di New York, la città che non dorme mai, la destinazione più sognata, la meta da vedere almeno una volta nella vita. In quanti giorni? Avrete bisogno di una settimana almeno, ma con 12,7 giorni troverete... l'America!

2. Bangkok - Durata media di permanenza: 18,9 giorni
Pronti per volare nella “città degli angeli”? Bangkok vi saprà stupire con l'antichissima storia del Regno del Siam e con la contrastante modernità di una delle città asiatiche più vivaci del momento. Benvenuti nel Paese del Sorriso, da esplorare da nord a sud!

3. Ibiza - Durata media di permanenza: 7,3 giorni
Un'isola delle Baleari che non stanca mai, spagnoli e non, è Ibiza. La isla blanca ha due facce: quella del divertimento puro fatto di aperitivi al tramonto e feste fino all'alba e quella del relax più totale da gustare all'ombra di ulivi e tra le baie nascoste. Trascorrere una settimana a Eivissa, come la chiamano i catalani, significa passare gran parte della giornata al sole con i piedi nella sabbia calda, tra tuffi ristoratori e cocktail tropicali, sulle note di un'estate che sarà difficile dimenticare.

4. Londra - Durata media di permanenza: 7,3 giorni
Con una settimana di viaggio, o poco più, si può godere al meglio di una città ricca di storia e attrazioni come la cosmopolita Londra. Musei, visite e tanto shopping in un tour che vi porterà fino alle bianche scogliere del Sussex, le mitiche Seven Sister Cliffs.

5. L'Avana - Durata media di permanenza: 16,8 giorni
I colori de L'Avana non si dimenticano facilmente. Quanti giorni servono per visitare la capitale di Cuba e il meglio dell'isola? Skyscanner propone un itinerario da occidente a oriente, attraverso le bellezze di questo stato caraibico che odora di tabacco e magia.

6. Barcellona- Durata media di permanenza: 6 giorni
Vicina, divertente, economica, Barcellona è una meta perfetta da raggiungere in ogni momento dell'anno, anche se avete a disposizione un solo weekend. Con 6 giorni, invece, un viaggio nella capitale della Catalogna si trasforma in esperienza...

7. Amsterdam - Durata media di permanenza 4,9 giorni
Seducente, artistica, innovativa, Amsterdam è una destinazione perfetta da esplorare in una manciata di giorni. Dovrete organizzarvi al meglio per non mancare nessuna delle sue principali attrazioni!

8. Tokyo - Durata media di permanenza 16 giorni
Estremamente caotica ma perfettamente organizzata, Tokyo è una delle più grandi metropoli al mondo, una città che regala un Giappone tecnologico ma tradizionale al tempo stesso, tra palazzi imperiali, quartieri dello shopping e parchi in fiore...

9. Lisbona - Durata media di permanenza 8 giorni
Una città che vi farà perdere la cognizione del tempo merita una settimana, e più. Lisbona può essere
esplorata al meglio con una permanenza media di 8 giorni e con un po' di intraprendenza: dopo tutto, è sempre stata una città di scrittori e navigatori!

10. Malta - Durata media di permanenza 7,5 giorni
Si trova a metà strada tra Italia e Africa, ma parla inglese. Malta è un'isola che sembra un miraggio per quanto è bella, circondata dalle acque cobalto di un Mediterraneo unico. La durata media di una vacanza qui è di 7,5 giorni.

martedì 15 agosto 2017

Ferragosto, picnic al mare o in campagna

ROMA - Resiste la tradizione nel Belpaese del picnic con circa 5,1 mln di italiani che hanno scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all'aria aperta con grigliate, sul posto o piatti portati da casa. E' il dato che emerge dall'indagine Coldiretti/Ixe' dal quale si evidenzia che più della metà degli italiani (47%) ha scelto di trascorrere il Ferragosto fuori casa, da parenti o amici, in vacanza, al mare, in campagna o in montagna.

Una conferma del successo del turismo nell'estate 2017 con 38 milioni di italiani - evidenzia la Coldiretti - che hanno deciso di andare in vacanza e un aumento del 9%; ad aumentare è anche la spesa media che sale a 803 euro per persona (+16%). Solo per meno di un italiano su cinque (17%) il Capodanno dell'estate è un giorno come gli altri e non intende fare nulla di particolare mentre una percentuale analoga coglie l'occasione per stare in casa a riposare.

Tra le mete più gettonate nell'occasione con il 13% c'è la casa di parenti e amici per trascorrere la giornata in un clima di relax e convivialità, ma in molti, in alternativa al picnic, preferiscono mangiare in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi. Sono circa 400mila i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2017 in agriturismo all'insegna della buona tavola e del relax all'aria aperta.

sabato 29 luglio 2017

Biker in Basilicata, arriva la guida

POTENZA - La regione verde a si fa bella per gli amanti delle due ruote, e offre le sue bellezze naturali, storiche e architettoniche ai biker di tutto il mondo con la guida "Basilicata in moto", in italiano e in inglese, attraverso sei itinerari che vanno da nord a sud della regione - della Melfi di Federico II ai templi della Magna Grecia sullo Ionio - e da est ad ovest, partendo dai Sassi di Matera (Capitale della cultura 2019) per arrivare a Maratea, la "perla del Tirreno", il tutto declinato nel linguaggio della motocicletta.
   
La guida - realizzata dall'Apt Basilicata e disponibile anche in formato digitale sul sito dell'Agenzia - sarà il vademecum perfetto per gli amanti del turismo in moto: nei sei itinerari, accanto ai luoghi da visitare e alle specialità enogastronomiche da gustare, sono infatti indicati i punti per fare rifornimento, le officine meccaniche, i presidi sanitari e la qualità delle strade (suddivise in "strada buona", "sufficiente" e "dissestata") così da indirizzare i biker anche in relazione alla moto utilizzata.

giovedì 27 luglio 2017

Last minute, 10 mete belle e sconosciute

Le tanto sospirate vacanze estive sono ormai alle porte e sono tantissimi gli italiani che in questi giorni si stanno preparando alla partenza dopo lunghi mesi di attesa. Secondo l’International Travel Survey di momondo.it, infatti, il 34% degli Italiani ha prenotato le proprie vacanze estive già 2-3 mesi fa per assicurarsi le tariffe più economiche e per poter organizzare tutto nel minimo dettaglio. E' invece il 12% che ha dichiarato di aspettare l’ultimo momento per prenotare il proprio viaggio (1-3 settimane prima della partenza) e di affidarsi alle offerte last minute dovendosi spesso accontentare delle classiche mete estive offerte dalle soluzioni last minute.

La mancanza di tempo da dedicare alla scelta e all’organizzazione di un viaggio, infatti, convince molti a buttarsi sulle mete più tradizionali come Grecia, Baleari e Canarie, rinunciando spesso a mete più originali, poco conosciute e frequenatate a favore della comodità. Momondo ha pensato quindi di suggerire 10 mete imperdibili e poco conosciute.

1. Podgorica, Montenegro - Dopo essere stata sottoposta a ben cinque cambiamenti di nome, passata tra le mani di Romani, Turchi e Austro-Ungheresi ed essere stata cancellata completamente dalla mappa per due volte, non c'è da meravigliarsi che Podgorica sia una città a cui è difficile dare un’etichetta. Quello che di certo non manca a Podgorica sono le attrazioni: una è sicuramente il Millennium Bridge che attraversa uno dei sei fiumi della città e che, con la sua particolare struttura architettonica, ricorda l’omonimo ponte di Londra. Da non perdere poi il mercato quotidiano da visitare mangiando un börek fritto al formaggio e carne croccante arrostita. Inoltre, nei pressi della capitale montenegrina ci sono alcune splendide oasi per gli amanti della natura: una è quella attorno al grande Lago di Scutari, l’altra è parte del percorso lungo il fiume Moraca. In alcune zone si ha quasi l’impressione di trovarsi immersi nella natura selvaggia del Gran Canyon.

2. Oaxaca, Messico - Un capolavoro culturale e culinario, Oaxaca è una delle città più affascinanti del Messico. Gli artisti e i 150.000 artigiani iscritti in tutto il paese sono ispirati all'atmosfera creativa dell'area, dalle tradizioni indigene e dalla luce chiara che risplende su tutta la città. La città, grazie alle mille sfumature che colorano le strade, sembra un museo a cielo aperto. Grazie alla sua tradizione culinaria, oaxaca è una delle migliori città del mondo per veri foodie. Restando in tema food, da non perdere i mercati tipici con i loro aromi di cioccolato e chilli dove poter gustare il miglior cibo messicano. Oaxaca è inoltre situata alle porte di uno dei siti archeologici più importanti dell’America Latina, Monte Albán, una città costruita nel 500 A.C.

3. Braga, Portogallo - Braga è la terza città più grande del Portogallo, elegante e ricca di antiche e strette stradine pedonali, con numerose piazze e una splendida serie di chiese barocche. Il costante suono delle campane è un ricordo dell'antica devozione di Braga al mondo spirituale, come i suoi festival religiosi, in particolare la Semana Santa (Settimana Santa), famosi in tutto il Portogallo. Ma Braga non è solo spiritualità. L'elegante centro storico di Braga è ricco di vivaci caffetterie e boutique, ottimi ristoranti e bar frequentati dagli studenti della Universidade do Minho che la rendono la meta perfetta per un viaggio con amici. Infatti, è una città così giovane che nel 2012 è stata proclamata Capitale Europea della Gioventù.

4. Kalamata, Grecia - Spesso poco presa in considerazione dai turisti, Kalamata è la capitale della Messinia e la seconda città più grande del Peloponneso. Kalamata concentra in sè la vera e propria anima greca con paesaggi magnifici, antichi villaggi e spiagge da sogno ed è la meta ideale per chi vuole immergersi nella cultura tradizionale greca e allo stesso tempo godersi il relax di una vacanza al mare. Per assaporare a pieno i profumi e i sapori della città, sulla via pedonale Latropoulou è possibile concedersi uno spuntino di mezzanotte a base di lalagia, tipiche e deliziose striscioline di pasta fritte.

5. Palau, Filippine - Quando si parla di Palau si pensa immediatamente all’italianissima Sardegna. In realtà Palau è anche uno stato insulare a sud-ovest delle Filippine, costituito da centinaia di isole più piccole completamente circondate da un mare blu incontaminato. Non sorprende che l'immersione sia l'attività numero uno, con siti di immersione famosi in tutto il mondo, tanto da essere soprannominata "il Serengeti subacqueo". Al largo dell’isola principale di Koror si trova la “Via Lattea”, una laguna bianca il cui fango sembra faccia apparire fino a 10 anni più giovani, motivo per cui si vedono spesso nuotatori ricoperti di fango bianco dalla testa ai piedi!

6. Foresta di Białowieża, Polonia - La Foresta di Białowieża è stata riconosciuta Sito Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e si estende a cavallo tra Polonia e Bielorussia. È una dei pochi tratti di foresta vergine rimasti al mondo, con un’estensione di oltre 3.086 km2, abitata da circa 800 bisonti europei. Destinazione perfetta per gli amanti dell’avventura e della natura, guidare attraverso la foresta è un’esperienza unica. I più temerari possono anche attraversare la foresta in bici o a piedi seguendo i sentieri di Wilczy Szlak o Wokół Uroczyska Głuszec. All’arrivo si potranno recuperare le forze con un sorso di Żubrówka , la cosiddetta "vodka del bisonte", ottenuta proprio dalle foglie della foresta.

7. Texel, Paesi Bassi - Spiagge di sabbia bianca, riserve naturali, foreste soleggiate e villaggi caratteristici sono i punti di forza di Texel, la più grande e più visitata delle Isole Wadden. Situata a circa 3 km a nord della costa dell’Olanda Settentrionale, Texel (pronuncia tes-sel) è lunga 25 km e larga 9 km. Equitazione, kitesurf e trekking sono le attività più praticate dai turisti, un vero paradiso per gli amanti del fitness e per tutta la famiglia.

8. Matarraña, Spagna - Situata nella tranquilla regione spagnola dell’Aragona, Matarraña sembra la Toscana, ma senza turisti, circondata da verde di ulivi, vigneti e pinete. Dista soltanto tre ore da Barcellona, ma sembra lontana anni luce. Per ricaricare le batterie è possibile assaporare il tipico prosciutto crudo o il formaggio caprino e noci, il tutto diluito con un po’ di vino locale. È il luogo ideale per godersi le vacanze in totale relax.

9. Seghedino, Ungheria - È difficile citare una singola cosa che rende Seghedino una città così interessante. Potrebbe essere la piazza principale o forse è l'architettura dei palazzi del centro storico, oppure gli innumerevoli spettacoli culturali che animano la città durante tutto l’anno o ancora la vivacità della città universitaria. Di certo a Seghedino non c’è di che annoiarsi e per nessun’altra località potrebbe essere più azzeccato l’appellativo di “Città del Sole”.

10. Medellín, Colombia - Diventata ancora più famosa grazie alle celebre serie dedicata a Pablo Escobar “Narcos”, Medellín si è ormai scrollata di dosso la cattiva reputazione legata all’immagine del narcotrafficante più famoso del mondo ed è diventata una città vivace e cosmopolita. Il cambiamento è visbile ad esempio attraversando il parco zen cittadino Parque de los Pies Descalzos (il Parco dei Piedi Scalzi), dove grandi e piccini sono invitati a camminare scalzi intorno a quello che viene definito “eco-albero”, una struttura tecnologica che ricorda un vero e proprio albero che ha il compito di purificare l’aria circostante. Per animare le serate estive, sono moltisisme le discoteche che suonano tutta la notte musica techno, reggaeton, salsa e vallenato. Visitare Medellin ad agosto, permette di partecipare alla famosa Feria de las Flores, il Festival dei Fiori della città.

martedì 25 luglio 2017

Cagliari by night

CAGLIARI - Cagliari come non l'avete mai vista, di notte, per scoprire la città multiforme nella sua stratificazione storica e architettonica, le sue leggende, culti e misteri.
 
L'associazione Archeo Labor propone sette suggestivi itinerari interattivi sotto le stelle, sempre con inizio alle 21, con annessi spettacoli di figuranti in costume d'epoca. "Le passeggiate a cura delle nostre guide e attori conducono a monumenti, siti archeologici, bellezze naturalistiche in compagnia di personaggi reali e di fantasia", spiega il presidente di Archeo Labor Gianmarco Farci, che assieme a Giorgia Anni, al vice Daniele Mazzella e altri soci, accompagneranno i visitatori e vestiranno di volta in volta i panni del massone, pescatore, appestato, del Canonico Spano, delle sacerdotesse prostitute.
   
Il 6 agosto la prima tappa è Tuvixeddu, la più grande necropoli punico-romana del Mediterraneo. Il 13 l'itinerario si sposta sul lungomare di Su Siccu, con "La via dei porti". Il 20 è la volta di "Le stelle dalla Sella del Diavolo", il promontorio che domina il Golfo degli Angeli. Il 26 sosta al Lazzaretto, nel quartiere di Sant'Elia, un tempo ricovero per appestati, oggi vivace centro culturale. Il 13 sarà la Cagliari romana la meta del tour che mette al centro i personaggi dell'epoca meno noti. Il capoluogo riserva tante sorprese avvincenti. Archeo Labor infatti prenderà parte alla manifestazione "Notti colorate", alternando due tour nei giovedì del mese: il 3 e il 17 viaggio tra "Streghe e magia a Cagliari", il 10 e il 24 "Culti e misteri a Stampace". 

venerdì 21 luglio 2017

Turismo, Italia regina dell'estate: al top Puglia e Basilicata

POTENZA - Il turismo in Italia vola. Senza dubbio, infatti, è uno dei settori più dinamici dell’economia italiana: vale 171 miliardi di euro, pari all’11,8 % del PIL e il 12,8% dell’occupazione totale secondo una nota del Ministero degli Esteri. Nel 2015 l’Italia è stata la quinta destinazione più visitata al mondo e da sola ha ricevuto 52 milioni di turisti stranieri: Roma, Milano, Firenze, Venezia e Napoli da sole ospitano un terzo di chi visita il nostro Paese.

E anche quest’anno si prevede una crescita, tanto che questa estate si annuncia come una stagione particolarmente “calda” da questo punto di vista, secondo le stime del Centro Studi Turistici della Confesercenti. Nei prossimi mesi le presenze potrebbero superare il tetto dei 400 milioni di notti in albergo, cifra finora mai raggiunta, che consentirebbe al nostro Paese di conquistare il secondo posto in Europa dopo la Spagna (454,3 milioni di presenze nel 2016), superando finalmente la Francia (394,6 milioni di presenze nel 2016, seconda a pari merito con l’Italia).

Sarà una corsa a chi riuscirà a intercettare meglio i flussi tradizionalmente assorbiti dal sud del Mediterraneo, in primis Turchia ed Egitto, che per l’allarme terrorismo registrano un crollo delle presenze. A trainare la crescita estiva saranno soprattutto gli stranieri (si prevede un +2,7%), mentre per gli italiani l’incremento previsto è più contenuto (+1%). Le previsioni annunciano una crescita degli arrivi internazionali che riguarderà in particolare le provenienze europee: tedeschi, austriaci, svizzeri, olandesi, belgi e francesi. Tra gli extraeuropei, i primi a scegliere l’Italia come meta per le proprie vacanze sono i cinesi e gli europei dell’Est.

Secondo i dati Eurostat, l’istituto di statistica europeo, la meta preferita dai turisti è il Veneto, la prima regione italiana a comparire nella classifica delle top 30 europee, al sesto posto con oltre 61,5 milioni di notti in hotel. Seguono la Toscana (undicesima, oltre 42,7 milioni di notti), l’Emilia-Romagna (tredicesima, quasi 40 milioni di notti), la Lombardia (sedicesima, oltre 30 milioni), il Lazio (diciannovesima, oltre 30 milioni) e la Provincia autonoma di Bolzano (ventesima, quasi 30 milioni).

martedì 18 luglio 2017

Joan Mirò a casa di Leopardi

RECANATI - Inaugurata la colorata mostra di Miró a Recanati, nella serie di litografie "Le lezard aux plumes d'or" ("La lucertola dalle piume d'oro") del grande artista catalano. Una vera "baraonda cromatica". Villa Colloredo Mels la ospita fino al 1 ottobre: si tratta delle litografie a colori realizzate nel 1971, che rappresentano la fusione compiuta tra immagine e testo poetico dal grande artista catalano, in una equilibrata coesistenza di grafismo e immagini.
 
Nella terra di Giacomo Leopardi, la poesia surrealista diventa immagine e l'immagine è testo poetico: questa mostra è un'occasione per scoprire e ammirare un particolare aspetto del meraviglioso mondo di Miró. L'attività di illustratore ha sempre rappresentato un momento fondamentale nel percorso artistico di Joan Miró, facendone un protagonista assoluto della storia del libro d'artista.
   
La mostra, promossa dal Comune di Recanati e organizzata dalla società Sistema Museo, è il primo evento del nuovo progetto Infinito Recanati.

sabato 15 luglio 2017

Social: i consigli per condividere in sicurezza in vacanza

ROMA - L'estate è decisamente un periodo caldo per Facebook e Instagram e i due colossi, oltre a una serie di consigli per sperimentare tutte le nuove funzioni, forniscono una piccola guida per aumentare la sicurezza durante le condivisioni di foto e video in vacanza.
   
PRIMA DI TUTTO IL WIFI - Facebook la nuova funzione Find Wi-Fi per iOS e Android che aiuta a localizzare gli hotspot wi-fi disponibili nelle vicinanze utile, specie in quelle località in cui la connessione è più debole.
   
LA PASSWORD SIA SICURA - Anche lontano da casa, la sicurezza è importante: sia per Facebook che per Instagram è importante scegliere una password sicura e difficile da indovinare, in modo da evitare che qualcun altro possa accedere al tuo profilo.
   
AUTENTICAZIONE A DUE FATTORI - Tra le misure previste da Instagram per garantire la sicurezza, c'è l'autenticazione a due fattori, per rendere più difficile l'accesso al proprio profilo da parte di persone indesiderate grazie a un codice a 6 cifre richiesto ogni volta che si fa log-in da un nuovo dispositivo.
   
CODICE DI SICUREZZA - Anche su Facebook si può rendere il profilo a prova di intrusi, impostando un codice di sicurezza che si riceverà direttamente sul cellulare nel momento in cui si accede all'account da un device sconosciuto.
 
FILTRO AI COMMENTI - Per non preoccuparsi di commenti indesiderati su Instagram mentre si è in viaggio, si può impostare un filtro ai commenti che contengono una lista personalizzabile di parole, frasi, hashtag ed emoji. E se ci sono dei momenti in cui si desidera che nessuno commenti, si possono disattivare su qualsiasi post.
   
IMPOSTAZIONI DI PRIVACY - E' importante controllare cosa gli estranei possono visualizzare sul proprio profilo Facebook e chi può cercarci sulla piattaforma, grazie alle impostazioni sulla privacy. Per aumentare la privacy su Instagram si può scegliere di avere un profilo privato, approvando i nuovi follower.
 
PENSARE ALLE INFO DA CONDIVIDERE - Su Instagram, anche se i post sono privati, il profilo è pubblico, e tutti possono vedere l'immagine iniziale, il nome utente e la biografia. Dal momento che si possono aggiungere fino a 10 righe di testo su di sé, è utile pensare bene al tipo di informazioni che si vogliono condividere in questa sezione.
   
CONTROLLA I CONTENUTI - Se non ci si piace nelle foto in cui gli amici ci taggano, Facebook dà la possibilità di controllare i contenuti prima che questi compaiano sul profilo, tramite la sezione Privacy delle impostazioni. Allo stesso modo, su Instagram e su Facebook, se in una foto che si sta pubblicando è presente un'altra persona, ci si deve assicurare che non abbia problemi se viene condivisa o taggata.
 
GEOLOCALIZZATI SEMPRE? - Sia su Instagram che su Facebook si possono geolocalizzare i post: la tentazione è tanta, specialmente quando ci si trova in luoghi da sogno, ma, per ogni contenuto condiviso, è determinante pensare se davvero si vuole che gli altri sappiano dove è stato scattato.

giovedì 13 luglio 2017

Chieti: al via la 18ma Settimana mozartiana

CHIETI - Ritorna la "Settimana Mozartiana" nel centro storico di Chieti e per l'edizione 2017, la diciottesima, diventa anche "Festival internazionale di musica classica e contemporanea". Apertura martedì 11 luglio alle 21:30 con l'Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Irene Gomez Calado.
   
Con la direzione artistica del Maestro Fabio D'Orazio tanti gli artisti, gli ensemble, i nuovi progetti musicali e le produzioni che troveranno spazio in città fino a domenica 16 luglio; i concerti saranno accolti in piazza San Giustino, piazza Vico, largo Martiri della Libertà, Esedra dell'antica pescheria, Porta Pescara e Trivigliano, Palazzo Lepri, Convitto nazionale "G.B. Vico".
 
Il violinista Alessandro Quarta, premio S.I.A.E. "miglior talento italiano dell'anno", presenterà in anteprima nazionale con il batterista Lorenzo Tucci un nuovo progetto caratterizzato dall'inedita attrazione fra violino e percussioni. Sonia Spinello con il suo Trio porterà il progetto "Wonderland", racconto/rivisitazione in chiave jazz dei brani più belli di Stevie Wonder. Il pianista Tony Pancella presenterà il suo ultimo progetto discografico "Time To Take Back My Soul" con il contrabbassista Luca Bulgarelli e il batterista Marcello Di Leonardo. Una nuova produzione, targata "Settimana Mozartiana", porterà a Chieti anche il Singspiel "Bastien und Bastienne" K 50 di W.A. Mozart. Grande attesa per le sorelle Mc Broom - Lorelei e Durga - storiche coriste dei Pink Floyd che domenica 16 porteranno a Chieti il "Pink Floyd Project" affiancate dai "Floyd on the wing" by Terzacorsia.

L'Orchestra dell'Accademia Abruzzese del Clarinetto, inedita compagine orchestrale di 20 elementi composta dall'intera "famiglia" dei clarinetti, non mancherà di incuriosire il pubblico con la riproposizione di pagine musicali classiche, jazz e con pezzi originali. Il Trio D'Onofrio-Brandimarte-Di Battista presenterà un progetto basato su composizioni originali nelle quali un'attitudine blues di ampio respiro melodico si mescolerà con atmosfere vicine al jazz moderno e al rock. L'Orchestra e il Coro di voci bianche del Conservatorio Statale di Musica "L. D'Annunzio" di Pescara si esibirà con l'imponente "Messa di Incoronazione" di Mozart.

martedì 11 luglio 2017

Piratinviaggio: Sardegna, Sicilia e Puglia le mete cool dell'estate

SASSARI - Sempre più viaggi online ma anche la richiesta dello “human curated content”. E' questa una delle chiavi del successo di Piratinviaggio, travel community online in grande ascesa che ha ottenuto notevoli riconoscimenti anche agli ultimi Italian Travel Awards.

"Unendo la velocità della rete all'intervento umano - spiega Raffaella Bona, chief online editor per l’Italia - riusciamo a garantire un ottimo rapporto di fiducia a autenticità con la nostra travel community online, le ricerche automatiche dei motori di ricerca disponibili non sono abbastanza soddisfacenti, il contenuto che pubblichiamo viene sempre curato dai nostri editor che si assicurano di trovare il miglior rapporto qualità-prezzo e spiegarlo in dettaglio ai nostri utenti per aiutarli a prenotare".

Quali sono le particolarità del pubblico italiano? Quali viaggi apprezza di più?
In Italia le destinazioni al momento più trendy sono molto interessanti. Per ora le mete che hanno attirato maggiore attenzione nel 2017 sono Maldive, New York e Santorini o la Grecia in generale, soprattutto ora che arriva l’estate. Una nuova destinazione per le vacanze degli Italiani è costituita dal Giappone, che sta suscitando sempre più interesse. Infine, tramite un sondaggio svolto questa primavera, abbiamo chiesto ai nostri utenti dove preferirebbero andare se potessero prendere un periodo sabbatico e le 3 risposte più frequenti sono state Australia, Stati Uniti e Giappone.

Pesa, secondo la vostra esperienza, il fatto che l’80% degli italiani siano connessi via mobile? O che ci siano 31 milioni di profili social su 60 milioni di abitanti?
Si, l’Italia è piuttosto avanti quando si tratta dell’utilizzo dei dispositivi mobili (https://www.emarketer.com/Article/Italy-Leads-EU-5-Mobile-Internet-Access/1013375), per questo PiratinViaggio è apprezzato nel nostro paese. Abbiamo condotto di recente un sondaggio i cui risultati hanno rivelato che oltre l’80% dei nostri utenti sarebbe disposto a prenotare un viaggio tramite dispositivo mobile.

E quali sono, secondo voi, le mete più “vincenti” sul suolo italiano?
La mete vincenti d’estate sono Sardegna, Sicilia e Puglia, mentre d’inverno sono più gettonate le città d’arte come Venezia, Roma, Venezia, Matera, Firenze e la Toscana in generale.

Avete delle piattaforme anche nei Paesi BRICS emergenti? E soprattutto come vi relazionate con il pubblico cinese?
Abbiamo siti in Italia, Germania, Regno Unito, Spagna, Francia, Paesi Bassi, USA, Polonia, Austria e Svizzera. Ciascuna pagina lavora indipendentemente l’una dall’altra e ha dei propri obiettivi specifici. Al momento vogliamo focalizzarci sulla crescita dei mercati già aperti.

Quali sono le mete che vanno per la maggiore in tutto il mondo sulle vostre piattaforme?
Thailandia, Maldive, Giappone, Stati Uniti, in particolare New York, Miami e la California, Cuba e Caraibi in generale, Italia, Grecia, Spagna e città come Londra, Praga e Amsterdam.

venerdì 7 luglio 2017

Mostre: a Spoleto 'In volo sull'Umbria'

SPOLETO (PERUGIA) - Il restauro di un'opera d'arte danneggiata dal sisma che ha colpito l'Umbria è l'obiettivo della mostra "In volo sull'Umbria" che arriva al Mag, MetaMorfosi Art Gallery, di Spoleto. Le immagini sono infatti in vendita e il ricavato andrà a finanziare l'intervento.
   
La mostra è nata da un'idea della vicepresidente della Camera Marina Sereni che la patrocina insieme alla Regione Umbria e in collaborazione con il Comune. L'esposizione ad ingresso gratuito allestita nelle sale di Palazzo Bufalini dal 7 al 23 luglio 2017 racconta il territorio umbro attraverso 40 immagini aeree del perugino Paolo Ficola. Subito dopo Spoleto farà tappa ad Amalfi.
   
"L'idea - ha spiegato l'on. Sereni - è nata nei giorni in cui, anche in luoghi distanti dal terremoto, si è temuta la caduta di una grande industria come quella del turismo. Per questo abbiamo pensato di far partire da Roma, in un luogo simbolico come la Camera dei deputati, il messaggio che l'Umbria è in piedi e che si può venire a visitarla".
   

lunedì 3 luglio 2017

Turismo: è boom di prenotazioni in Puglia. Brindisi nella top 10 delle mete estive 2017

MILANO - In Puglia cresce il turismo rispetto al 2016 e la regione si aggiudica una posizione tra le destinazioni estive del 2017 più desiderate dagli italiani che, con un +39% di prenotazioni per i mesi tra giugno e settembre rispetto allo scorso anno, testimoniano la propria attrazione verso le città del Sud Italia. Sono ben 7 su 10, infatti, le località del Meridione che sono presenti nell’analisi e tra queste figura anche Brindisi.

È quanto rivela la ricerca “Summer Trends 2017” di eDreams – l’agenzia di viaggi online leader in Europa – che, analizzando le prenotazioni effettuate dai vacanzieri italiani ed europei tramite il sito www.edreams.it e l’APP, ne traccia gli spostamenti andando a definire la top 10 delle mete da loro preferite per l’estate 2017.

Brindisi è la rivelazione dell’anno: guadagnando 4 posizioni rispetto al 2016, si aggiudica il 10° posto all’interno della classifica delle destinazioni estive di tendenza per il 2017. Conosciuta sin dagli albori come Porta d’Oriente grazie alla presenza del porto e dell’aeroporto di Brindisi-Casale,si conferma ancora oggi un importante collegamento turistico verso Paesi oltre mare e località marittime nelle vicinanze.

Non solo Gallipoli, Santa Maria di Leuca e Torre dell’Orso: tra le più conosciute e frequentate spiccano anche Torre Santa Sabina, Lido Morelli e Torre Guaceto, le cui calette sono ad oggi oasi protette dal WWF.

Da non tralasciare è poi la componente prezzo: con una spesa media sulla prenotazione pari a circa 128€,Brindisi risulta essere una tra le destinazioni più economiche del Paese insieme ad altre città del territorio italiano.

Nel 2017 si è verificato, infatti, un sensibile calo dei prezzi: secondo la ricerca “Summer Trends 2017” la spesa sostenuta in media dai viaggiatori che hanno prenotato dal sito www.edreams.it o tramite l’APP le proprie vacanze estive si aggira intorno ai 215 euro, registrando così un -2% rispetto al 2016.

Inoltre, secondo i dati emersi dall’indagine, una grossa fetta della popolazione (30%) viaggerà per un periodo compreso tra gli 8 e i 14 giorni, mentre una minoranza (2%) si godrà trai 22 e i 28 giorni di ferie.

domenica 2 luglio 2017

Domenica gratis al museo, è boom

ROMA - I musei pubblici italiani fanno il pieno con l'iniziativa della domenica gratuita. Oltre 31 mila visitatori per il Colosseo, 16 mila 500 a Pompei, quasi 10 mila alla Reggia di Caserta. Ad annunciarlo il ministero guidato da Dario Franceschini, che riporta, alla fine di questa prima domenica di luglio, il vero e proprio boom di visitatori in tantissimi luoghi della cultura italiani, dai musei e siti archeologici statali ai tantissimi musei civici che aderiscono alla promozione.

A Firenze è pienone ovunque, con i 7.500 visitatori degli Uffizi a cui si aggiungono gli oltre 10 mila del Giardino di Boboli, gli 8.222 della Galleria dell'Accademia, gli oltre 8 mila della Galleria Palatina. A Roma, oltre 6100 per il Castel Sant'Angelo. A Napoli, 3.897 visitatori per Capodimonte e 7.495 nel Real Bosco.

venerdì 30 giugno 2017

Sardegna: bed & breakfast nei bunker militari

CAGLIARI - Sfruttare lo straordinario patrimonio della seconda guerra mondiale in Sardegna, disseminata di piccoli e grandi bunker, per aprire una nuova frontiera del turismo sostenibile, naturalistico ed escursionistico. Accanto alla valorizzazione in chiave turistica dei fari costieri voluta dalla Regione, arriva ora la proposta di legge dei Riformatori per riqualificare queste ex postazioni militari e rispondere così alle nuove esigenze ricettive di un'utenza sempre più attenta a vacanze alternative.
   
La stessa denominazione del progetto, B&Bunker, associa la prima parte dell'acronimo alle tante declinazioni dell'accoglienza, dell'ospitalità e dell'informazione turistica: Bed&Bunker, Bar&Bunker, Bike&Bunker, Beauty&Bunker, e così via.
   
La nuova destinazione d'uso delle oltre 500 fortificazioni stimate in Sardegna, e presenti soprattutto lungo le coste Sud, Ovest e Nord dell'Isola, sarà definita dalle singole amministrazioni locali sulla base di bandi che potranno usufruire di un finanziamento regionale di 5 milioni di euro in due anni, con un massimo di 50 mila euro per la riqualificazione di ciascun bene. Il progetto dovrà anche tenere conto dell'ampiezza degli spazi dei fortini.

Nella maggior parte dei casi queste postazioni militari sono composte da una bassa torretta di avvistamento con ampie feritoie per l'uso di armi da fuoco, spesso affiancata da piccoli edifici utilizzati per l'alloggio della guarnigione, il ricovero delle derrate e delle munizioni. Accanto si possono poi trovare delle ex piazzole per mitragliatrici della batteria antiaerea, rifugi e trincee.

mercoledì 28 giugno 2017

Parchi acquatici, in Italia trionfa Leolandia

BERGAMO - E' Leolandia la regina della classifica dei parchi divertimento e parchi acquatici italiani di Tripadvisor. Il parco di Capriate San Gervasio in provincia di Bergamo, sale di una posizione rispetto allo scorso anno sorpassando Gardaland e si piazza anche settimo nella classifica europea dei parchi divertimento.

Invariate rispetto allo scorso anno la terza e la quarta posizione con Mirabilandia ed Etnaland (5/o tra i parchi acquatici europei), mentre Parco Acquatico Cavour sale in quinta posizione seguito da AcquaPark Odissea 2000. In settima, nona e decima posizione fanno il loro ingresso in classifica 3 new entry: rispettivamente il parco Cavallino Matto, Movieland Park e Jolly Park. Completa la classifica nazionale Aqualandia (8/o).

L’Italia si aggiudica ben 3 riconoscimenti nelle top 10 dei parchi a tema più apprezzati del Vecchio Continente, con un vincitore nella classifica dei Parchi Acquatici, Etnaland (5/o), e due vincitori nella classifica dei Parchi Divertimento, Leolandia (7/o) e Gardaland (9/o). Stabili nella prima posizione delle rispettive categorie a livello europeo si riconfermano Europa-Park a Rast in Germania, vincitore tra i Parchi Divertimento, e Parco Acquatico Siam ad Adeje, Spagna, primo tra i Parchi Acquatici.

TOP 10 PARCHI DIVERTIMENTO & PARCHI ACQUATICI ITALIA
1. Leolandia, Capriate San Gervasio (BG)
2. Gardaland Park, Castelnuovo del Garda (VR)
3. Mirabilandia, Ravenna
4. Etnaland, Belpasso (CT)
5. Parco acquatico Cavour, Valeggio sul Mincio (VR)
6. AcquaPark Odissea 2000, Rossano (CS)
7. Cavallino Matto, Marina di Castagneto (LI)
8. Aqualandia, Jesolo (VE)
9. Movieland Park, Lazise (VR)
10. Jolly Park, Dragoni (CE)

TOP 10 PARCHI DIVERTIMENTO EUROPA
1. Europa-Park, Rast, Germania
2. Le Puy du Fou, Les Epesses, Francia
3. Giardini Tivoli, Copenhagen, Danimarca
4. Disneyland, Marne-la-Vallee, Francia
5. Walt Disney Studios, Marne-la-Vallee, Francia
6. PortAventura Park, Salou, Spagna
7. Leolandia, Capriate San Gervasio, Italia
8. Zoomarine Algarve, Guia, Portogallo
9. Gardaland Park, Castelnuovo del Garda, Italia
10. Efteling, Kaatsheuvel, Paesi Bassi

TOP 10 PARCHI ACQUATICI EUROPA
1. Parco Acquatico Siam, Adeje, Spagna
2. Aquapark Istralandia, Novigrad, Croazia
3. Parco Acquatico WaterWorld, Ayia Napa, Cipro
4. Action Aquapark, Sunny Beach, Bulgaria
5. Etnaland, Belpasso, Italia
6. Parco acquatico Fasouri Watermania, Limassol, Cipro
7. The LC, Swansea, Regno Unito
8. Aqua Paradise, Nessebar, Bulgaria
9. Slide and Splash, Lagoa, Portogallo
10. Star Beach, Chersonisos, Grecia

martedì 27 giugno 2017

Ritorna la 'Festa del Borgo': tradizioni ed eccellenze nell’estate di Borgo Egnazia


SAVELLETRI DI FASANO – Anche quest’estate la Piazza e i vicoli di Borgo Egnazia si accendono di luci, colori e profumi travolgenti con le “Feste del Borgo”, la rassegna  di feste popolari in cui ogni evento è un omaggio emozionante e sentito alle feste di paese che animano i borghi della Puglia. Si tratta di un viaggio nelle tradizioni, da condividere con amici e familiari tra l’allegria e la scoperta delle più autentiche radici della cultura pugliese, con bancarelle di artigianato e delizie gastronomiche preparate “live” dagli Chef e dalle Massaie di Borgo Egnazia.

La stagione 2017 si inaugura mercoledì 28 giugno con un tema molto caro ai pugliesi: l’affascinante tradizione delle luminarie. Il Borgo sarà trasformato dalla magia senza tempo di decorazioni con centinaia di luci colorate, appositamente allestite per questa serata, proprio come accade nei paesi in festa. Spettacolare sarà l’accensione al ritmo della musica dei Terraròss, che suoneranno per tutta la serata di festa tra le esibizioni dei figuranti del Presepio di Pezze di Greco e della Compagnia di Clara di Alberobello. Non mancherà anche la straordinaria performance di Ussaro, lo stallone murgese, possente ed elegante, capace di incantare il pubblico con i movimenti al ritmo della pizzica.

I prossimi appuntamenti della Festa saranno dedicati ad altri temi, tutti legati alla Puglia: il19 lugliola Piazza e i vicoli del Borgo si trasformeranno in un palcoscenico en plein air animato da decine di artisti di strada; il 2 agosto ci sarà una edizione speciale della “Scamiciata”, la rievocazione storica tanto amata dai fasanesi; il 16 agosto il Borgo ospiterà una inedita anticipazione del Carnevale di Putignano, che per la prima volta riempirà la Piazza di colori e opere in cartapesta raccontando l’entusiasmo delcarnevale più antico d’Europa.

Per completare la stagione estiva 2017 sono inoltre previste due Feste speciali, dedicate a due prodotti fondamentali della vita contadina e della cucina pugliese: il pomodoro e l’uva. Sabato 26 agosto la Piazza ospiterà la “Festa del Pomodoro”, una celebrazione festosa e coinvolgente in cui riscoprire l’antica tradizione della preparazione della salsa di pomodoro per tutto l’anno. Mercoledì 6 settembre sarà tempo per la “Festa dell’Uva”, un grande omaggio al frutto dell’estate nel mese della vendemmia, un momento per scoprire tutte le fasi di trasformazione dell’uva in vino: la raccolta dei grappoli, la pigiatura, la torchiatura fino alla fermentazione del mosto.

Tutti gli eventi sono aperti anche ai visitatori e non solo agli ospiti di Borgo Egnazia.

Per prenotazioni e maggiori informazioni www.borgoegnazia.it

domenica 25 giugno 2017

Bologna, antologica di Boltanski

BOLOGNA - A Bologna un grande progetto con vari eventi per una lettura trasversale dei vari linguaggi del complesso lavoro di Boltanski. Così il curatore Danilo Eccher ha presentato 'Anime. Di luogo in luogo', la più ampia antologica mai realizzata in Italia di Christian Boltanski, intervenuto alla presentazione, al Mambo di Bologna dal 26 giugno al 12 novembre, anche con installazioni in altri luoghi.

Il 73enne artista francese, che realizzò dieci anni fa l'installazione permanente al Museo sulla strage di Ustica, propone in 25 opere un percorso di forte emotività, dall'iniziale 'Coeur', con la registrazione del battito cardiaco dell'artista, poi i suoi volti da bambino e adulto in grandi velari, passando per una grande montagna color oro realizzata con le coperte termiche utilizzate nel soccorso dei rifugiati, fino all'epilogo con la ripresa filmata di un unico piano sequenza, dall'alba al tramonto, di centinaia di pali metallici a cui sono legati campanelli che tintinnano al vento.

venerdì 23 giugno 2017

A Lecce di scena Schifano e la pop art

LECCE - Mario Schifano protagonista a Lecce. Da sabato 1 luglio a lunedì 23 ottobre le sale del Castello Carlo V di Lecce ospiteranno la mostra Mario Schifano e la pop art in Italia. Promosso da Theutra e Oasimed, in collaborazione con Galleria Accademia di Torino, con il patrocinio del Comune di Lecce e il sostegno di Axa Cultura, il progetto espositivo - a cura di Luca Barsi e Lorenzo Madaro - è dedicato a quattro maestri di primo piano della storia dell'arte italiana e internazionale del secondo Novecento: Mario Schifano, Franco Angeli, Tano Festa e Giosetta Fioroni. Il gruppo, denominato poi Scuola di Piazza del Popolo, è riuscito a far transitare nel mondo dell'arte motivi e oggetti provenienti dall'immaginario comune, dalla storia dell'arte e della vita, fornendo un contributo fondamentale all'arte contemporanea.

Un dipinto dell'artista Tano Festa, datato 1969 e composto da sei riquadri, è intitolato "Per il clima felice degli anni Sessanta". All'interno campeggiano i nomi di sei artisti: Francesco Lo Savio, Piero Manzoni, Franco Angeli, Mario Schifano, Enrico Castellani e quello dello stesso Festa. È il 1969 ma c'è già nostalgia di un decennio mitico che per l'arte italiana - tra Roma e Milano - ha rappresentato un punto di riferimento, anche nel clima culturale internazionale, anche grazie ad artisti stranieri che all'epoca frequentavano molto l'Italia. Dalle esperienze astratte e informali degli anni precedenti, si transita verso ricerche sfaccettate e complesse che riflettono, in contemporanea rispetto alle esperienze americane, sui concetti di riferimento della Pop Art. Naturalmente non si tratta di una rielaborazione passiva del grande movimento americano, che tra l'altro era sbarcato alla Biennale di Venezia nel 1964 provocando un certo scalpore. 

Al contrario, i protagonisti di questa rivoluzione artistica, tutta italiana e con tangenze internazionali, riflettono su temi e immaginari legati alla loro cultura visiva di riferimento. Al centro di tutto c'è Roma, città densa di stratificazioni, di prospettive sul presente e il futuro, vero e proprio laboratorio aperto di fermenti, anche grazie a gallerie come La Tartaruga e critici come Alberto Boatto, Palma Bucarelli e Maurizio Calvesi. È qui che si svolge l'esistenza - e la fervida esperienza artistica - dei quattro protagonisti della mostra.

martedì 20 giugno 2017

#MuseumWeek, riflettori sulle donne

POMPEI - Anche quest'anno il Mibact partecipa alla #MuseumWeek, la settimana internazionale dei musei su Twitter, in programma dal 19 al 25 giugno, che celebra l'arte, le collezioni, il patrimonio culturale e, per quest'anno, anche le donne con l'hashtag #WomenMW. Dalle artiste ai soggetti femminili nelle opere d'arte, e più in generale a tutte coloro che si sono distinte nella musica, nella letteratura e nello sport, le donne saranno le protagoniste indiscusse per una settimana nei musei e luoghi della cultura statali.

Da Pompei alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli al MARTA di Taranto, dagli Uffizi a Capodimonte, dal Museo Nazionale Archeologico di Cagliari ai Musei Reali di Torino, dalle Scuderie del Quirinale a Roma al Palazzo Ducale di Mantova, il racconto sui social delle donne s'intreccia con l'hashtag #MuseumWeek.

Sette i focus giornalieri #foodMW (lunedì), #sportMW (martedì), #musicMW (mercoledì), #storiesMW (giovedì), #booksMW (venerdì), #travelsMW (sabato) e #heritageMW (domenica) attraverso cui i musei promuovono quotidianamente le proprie collezioni creativamente, interagendo con il pubblico. L'invito è rivolto a tutti ed è quello di postare contenuti e opere d'arte seguendo la scia dei temi proposti: un'occasione per condividere la passione per l'arte e la cultura, ma anche per godere del patrimonio culturale da un punto di vista inedito.

Un viaggio in Argentina? Consigli ed idee

Sud d'America: una meta intrigante per il turista curioso, crescono le prenotazioni dall'Italia verso i Paesi Andini e non solo. Crescono in modo importante le prenotazioni verso l'Argentina, Paese entrato nel cuore degli italiani anche grazie al Papa.

Un viaggio in Argentina parte innanzitutto da Buenos Aires: centro importante per scoprire le bellezze del Paese e del continente sudamericano.

E' dei colori, dei sapori, degli aromi, della musica che ci si innamora: l'Argentina come nessun altro posto al mondo è dal cuore caldo, emozioni senza tempo in ogni angolo di Buenos Aires.  La sera nel centro tra un tango ed un canto ci si può sentire come in una atmosfera antica dal Nuovo Mondo di fine ottocento. Non ha bisogno di presentazioni Buenos Aires: è la capitale di un mondo nuovo, quello del ultimo continente del Pianeta.

Dopo Buenos Aires tradizionale e futuristica nel contempo un viaggio in Argentina prosegue per Salta, bella ed elegante con un centro storico ricco di palazzi e cortili  di uno stile barocco spagnoleggiante di tempi andati. A Salta una delle tappe fondamentali è la Cattedrale dove viene ospitata una reliquia molto importante quella della  Madonna del Miracolo in legno, madonna che a fine Ottocento avrebbe protetto la città da un terremoto distruttivo.

In un viaggio in Argentina le chiese rappresentano gli stop fondamentali di chiunque si accinga a scoprire questo Paese, è l'architettura religiosa a lasciare a bocca aperta. A Salta dopo la cattedrale è bello vedere la Iglesia de San Francisco, e il Convento de San Bernardo.

Non solo città ma anche percorsi differenti quelli che possono caratterizzare un viaggio in Argentina senza pari. Le terre del Nord, incontaminate e sconfinate e poi la Patagonia, luoghi particolari da visitare con programmi studiati appositamente dai tour operator per poter godere al meglio delle ricchezze straordinarie dei territori, luoghi dove la natura domina e regala il silenzio e la pace come in nessuna altra zona del Pianeta.

Non mancano in Argentina percorsi ricchi di avventura e di mistero come le escursioni rigorosamente guidate da fare tra le Ande e la Pampa. 

La patria del Tango, il Paese del Papa è accogliente e bello ricco di sapori sconosciuti da assaggiare con attenzione, vini tra i meno conosciuti ed i più buoni al mondo.

Andare in viaggio in Argentina è una scelta importante da fare ed è comunque bene affidarsi agli operatori specializzati perchè lingua e differenze culturali possono essere sfavorevoli al turista fai da te. 

Il Paese della Fine del Mondo, del Tango e del fútbol giocato ancora nelle strade e nelle piazze di quartiere, e poi le  pampas  sterminate e  i gauchos con quell'abbigliamento da film affascinano chiunque voglia scoprire emozioni differenti ed avere un album di viaggio affascinante. 

sabato 17 giugno 2017

Grandi navi: Delrio, molto vicini a soluzione

ROMA - In tema di grandi navi a Venezia il governo "è molto vicino a una soluzione". Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio a margine dell'inaugurazione del nuovo terminal passeggeri dell'aeroporto Marco Polo di Venezia. "Il presidente dell'autorità portuale Musolino ha presentato al ministero numerose ipotesi che stiamo esaminando. Siamo a un passo dalla metà".

"Vogliamo una soluzione di lungo periodo - ha aggiunto Del Rio - perché le crociere hanno bisogno di periodi di programmazione molto lunghi. Stiamo lavorando intensamente per tenere fuori le grandi navi dal Bacino di San Marco. Questo perché vogliamo evitare al massimo l'impatto sulla laguna nel suo complesso ma vogliamo anche che l'economia veneziana continui a fruire della potenzialità offerta dalle crociere".

giovedì 15 giugno 2017

La Notte romantica, borghi italiani in festa

FROSINONE - Poter ascoltare Romeo e Giulietta giurarsi amore eterno al Palazzo del Podestà di Lovere, in Lombardia. E poi innamorarsi sulle note di Dodi Battaglia a Giove, in Umbria. Ritrovarsi al centro del Gioco dell'oca vivente di Atzara, in Sardegna, o fare a gara di poesie all'ombra del castello di Pico, nel frusinate. E poi ancora teatro, auto d'epoca, voli in mongolfiera, mostre, il debutto del dolce Pensiero d'amore dello chef Porzia Vitali e lo spettacolare bacio di mezzanotte, in tutta Italia, tra i palloncini a forma di cuore.
   
Appuntamento il 24 giugno tra vicoli, piazze e fortezze in 200 dei Borghi più belli d'Italia, per La Notte romantica, festa per il solstizio d'estate in nome dell'amore e della bellezza. ''Lo scorso anno - racconta il presidente dell'Associazione, Fiorello Primi - un milione di persone hanno festeggiato con noi e abbiamo contato 5-600 mila pasti serviti e più di 1000 immagini taggate su Instagram''. Anteprima in alcuni borghi il 21 per il Festival europeo della musica www.borghipiubelliditalia.it

sabato 10 giugno 2017

Sulla terrazza di Fogazzaro grazie al Fai

ORIA DI VALSOLDA - Ammirare di notte il Lago di Lugano sotto il cielo stellato di giugno dalla terrazzina di Villa Fogazzaro Roi, a Oria di Valsolda (CO), e vivere in una situazione unica la casa dove lo scrittore di Piccolo Mondo Antico, oltre un secolo fa, amava trascorrere le sue estati. E' una delle possibilità offerte dalle Sere Fai d'Estate, la grande festa dei beni del Fondo Ambiente Italiano giunta alla seconda edizione, rinnovata e ampliata. In tutto quest'anno sono coinvolti 17 beni, dal Castello e Parco di Masino a Caravino (TO) al Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi (AG), da Villa Necchi Campiglio a Milano a Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM), aperti straordinariamente in notturna nei fine settimana dal 9 giugno al 2 luglio 2017, dalle 19 alle 24.
 
Sono oltre 60 gli appuntamenti in calendario, che consentiranno ai visitatori di scoprire i luoghi d'arte e natura della Fondazione in via eccezionale dal tramonto a mezzanotte. Tra le novità del 2017 i concerti e le performance musicali curate dagli studenti di 12 conservatori italiani (gli istituti di Torino, Cuneo, Alessandria, Milano, Como, Padova, Adria, Frosinone, Latina, Roma, Firenze e Cagliari) che animeranno le notti bianche del Fai con brani classici e moderni in contesti unici,dall'Arena civica accanto alla Palazzina Appiani a Milano al giardino di Villa del Balbianello a Tremezzina (CO), fino alle Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA). A seconda del programma della serata, gli ospiti potranno partecipare a visite speciali e teatralizzate o godersi picnic e aperitivi a buffet a lume di candela.

giovedì 8 giugno 2017

Borgo Egnazia, due grandi eventi con Machesi Antinori

SAVELLETRI DI FASANO - Fondazione Italiana Sommelier Pugliae Borgo Egnaziapresentano un nuovoevento di eccezionale interesse per gli amanti del vino e per coloro che desiderano confrontarsi con i grandi nomi del panorama enoico italiano: giovedì 15 giugno, alle ore 20, Borgo Egnazia accoglierà il Marchese Piero Antinori e Renzo Cotarella per la verticale delle annate 2015, 2011, 2009, 2005, 2001 di Cervaro della Sala, "vino-simbolo", da uve Chardonnay e Grechetto, della Tenuta Castello della Sala in Umbria. La presenza del Marchese Piero Antinori e del grande enologo offrirà l'opportunità di conoscere più da vicino la storia di una nobile famiglia dedita alla produzione vinicola da più di seicento anni, che ha saputo operare scelte innovative che ne hanno decretato la sua fortuna in Italia e all'estero, rendendo la Marchesi Antinori una delle aziende vinicole di riferimento nel mondo del vino di qualità.

A guidare la degustazione sarà Daniela Scrobogna, responsabile della Didattica Nazionale di Fondazione Italiana Sommelier, di cui è anche Docente, e Redattore della Guida BIBENDA.

Al termine della verticale, ci sarà un'annata storica a sorpresa, un omaggio di Marchesi Antinori a Fondazione Sommelier Puglia che, grazie all'impegno e alla passione del suo Presidente Giuseppe Cupertino, riesce a regalare al territorio iniziative uniche e preziose, con Aziende di fama internazionale.

Il gran finale sarà dedicato al buon cibo gourmet: Domingo Schingaro, Executive Chef di Borgo Egnazia, proporrà per l’occasione un piatto ispirato ai vini, che gli ospiti potranno degustare con una annata di Cervaro della Sala a scelta. Durante l’evento sarà quindi possibile scoprire anche la “cucina d’autore” di Schingaro, autentica e semplice nella sua complessità, capace di reinterpretare le ricette locali attraverso sapienti cotture creative e prodotti locali freschissimi.

L’esperienza foodie a Borgo Egnazia proseguirà anche venerdì 16 giugno con la cena “Viv e Mang” presso il ristorante gourmet Due Camini.È questo un nuovo appuntamento con la rassegna dedicata alle rivisitazioni gastronomiche dell’arte culinaria pugliese e ai tesori delle più prestigiose cantine italiane. In questa importante occasione saranno protagonisti i vini delle Tenute Marchesi Antinoritra cui il Bocca di Lupo, Aglianico in purezza prodotto nell’omonima tenuta pugliese di proprietà della famiglia Antinori, accompagnati dalla raffinate creazioni di Domingo Schingaro in una celebrazione delle eccellenze enogastronomiche.

La sinergia tra Marchesi Antinori, Fondazione Italiana Sommelier Puglia e Borgo Egnazia ha reso possibile questo evento eccezionale, da non perdere per gli appassionati  di vino e buon cibo, ma anche per chi cerca esperienze uniche di valorizzazione del territorio e del suo patrimonio.

Degustazione 15 giugno (costo € 45)

Per info e prenotazioni:
Presidente Giuseppe Cupertinotel. 339.838.44.55 - e-mail presidente@fondazionesommelierpuglia.it
Fiduciario Valle D'Itria-Brindisi Giovanni Semeranotel. 349.809.29.07 - e-mail g.semerano@fondazionesommelierpuglia.it
www.fondazionesommelierpuglia.it

Cena “Viv e Mang” 16 giugno (costo € 110)

Praga Drink Wine: il festival del vino a Praga


Vola a Praga e scopri la festa del vino!

L’estate è ormai alle porte e la voglia di partire comincia a raggiungere livelli di guardia: quale migliore occasione per scoprire qualche bella città europea, magari sfruttando un ponte o un lungo weekend? Una meta adattissima a questo proposito potrebbe essere Praga: la capitale della Repubblica Ceca ospita infatti ogni anno, dal 2 al 3 giugno, il Praga Drink Wine, un festival con radici storiche completamente incentrato sul vino.

Arrivare a Praga è oggi molto semplice, basta raggiungere l’aeroporto più vicino a voi con il mezzo che più vi conviene (mi raccomando, se dovete utilizzare l’automobile assicuratevi però che l’aeroporto sia provvisto di un parcheggio custodito dove lasciarla) e prenotare uno dei tanti voli low cost che ogni giorno servono la capitale ceca.

Una volta raggiunta Praga ed effettuato il solito giro di rito al magnifico castello e alla piazza dell’orologio, potrete entrare nel vivo del Praga Drink Wine Festival: questa ricorrenza affonda le sue radici nel periodo asburgico, quando i produttori vinicoli si riunivano per confrontarsi sulle tecniche di vinificazione e vendere i loro prodotti.

Gli ospiti del festival saranno intrattenuti da oltre 70 produttori di vino provenienti da tutta Europa, in particolare da Austria, Slovenia, Ungheria, Slovacchia, Italia e, chiaramente, dalla regione della Moravia, che allieteranno gli avventori con oltre 400 tipologie di vino, prodotto da piccole cantine a gestione famigliare seguendo tecniche di produzione centenarie.

Bisogna notare che il 95% dei vigneti della Repubblica Ceca si trova nella regione della Moravia in quanto, soprattutto nella parte meridionale di tale regione, ci sono le condizioni climatiche più favorevoli alla coltivazione della vite: basti pensare che, a causa del sostanziale monopolio della regione, il vino ceco viene chiamato “vino Moravo”.

Il vino moravo non è però facile da trovare sugli scaffali dei negozi e delle enoteche, perciò il Praga Drink Wine Festival rappresenta la migliore – se non unica – occasione per degustare tutte le tipologie di vini moravi, che affondano le loro origini fin nel medioevo e ancora oggi sono preparati seguendo le antiche ricette e tradizioni.

Se quindi siete appassionati di vini o se volete semplicemente approcciarvi a questo secolare e affascinante mondo, non perdete l’occasione di sfruttare il ponte del 2 giugno con una bella gita a Praga: non ne resterete delusi!

martedì 6 giugno 2017

Usa: al via nuova catena alberghi Trump

NEW YORK - Nasce la 'Trump Organisation', la società cui Donald Trump, una volta eletto presidente, ha affidato la gestione ai figli Donald Jr. ed Eric, si appresta a lanciare una nuova catena di alberghi. Non di superlusso come i 'Trump Hotel', già presenti in più parti degli Usa, ma a tre stelle e dal nome 'patriottico': "American Ideas".

Nell'illustrare la nuova iniziativa Donald Trump Jr. ha affermato che l'idea è nata durante i viaggi per la campagna elettorale del padre quando ha riscontrato l'offerta giudicata carente nel settore alberghiero più accessibile.

lunedì 5 giugno 2017

Divertirsi sulla Riviera Adriatica: alla scoperta dei parchi acquatici di Riccione

Riccione è da sempre una delle mete per le vacanze al mare più apprezzate d’Italia, soprattutto grazie alla qualità dei suoi servizi e alla varietà di attrazioni che sa offrire. Le stesse strutture ricettive, numerosissime e di ogni tipo, si fanno emblema di ciò che questa città è in grado di proporre ai suoi visitatori: basta dare un'occhiata a piattaforme specializzate come Expedia o Trivago, per rendersi conto di quanto sia facile trovare un alloggio che possa soddisfare ogni tipo di esigenza.

La rinomata movida della Riviera Adriatica è da sempre una delle principali ragioni per cui i giovani di tutta Europa scelgono Riccione come località dove trascorrere le vacanze estive. Ma qui non ci si diverte soltanto di notte, anzi: nel corso degli anni, le località della Riviera Romagnola hanno investito moltissimo nell’“industria dello svago", realizzando alcuni dei parchi divertimento - acquatici e non - più famosi d'Italia.

Uno dei più celebri, nonché tappa obbligata per tutti coloro che hanno scelto di trascorrere le vacanze a Riccione, è l'Aquafan. Non esistono esempi di parchi acquatici ad esso confrontabili: estendendosi su una superficie di oltre 150.000 metri quadrati, l'Aquafanvanta undici giochi acquatici adrenalinici - i più coraggiosi non potranno non provare il Black Hole, la novità dell'estate 2017 - oltre a tre aree pensate per i più piccoli e tre zone dedicate al relax per visitatori di ogni età. E, poiché lo slogan del parco è "Divertire il Pianeta", l'intrattenimento non può finire qui: spettacoli di animazione, eventi, feste e concerti con i Dj più famosi del momento si alternano dal mattino fino a sera - in molte occasioni speciali, anche fino a tarda notte. Da non perdere è il celeberrimo Schiuma Party dell’Aquafan, universalmente riconosciuto come il più grande al mondo.

Entusiasmante per i bambini - e per gli amanti degli animali di ogni età - è poi l'Oltremare, un parco tematico naturalistico di oltre 100.000 metri quadrati situato proprio accanto all'Aquafan. Qui si trova quella che è stata definita la Laguna di delfini più bella d'Europa, ma non solo. Oltre ai cetacei, sarà possibile scoprire la riserva dei cavallucci marini, le aree dedicate al mondo dei rapaci ealla terraferma - quali la Foresta di Darwin, il Delta, la Fattoria e il Giardino delle Farfalle.

Dopo l'Oltremare, gli appassionati di fauna marina non potranno lasciarsi sfuggire l'Acquario di Cattolica, il più grande della Riviera Adriatica, raggiungibile in un quarto d'ora di macchina partendo dal centro di Riccione e passando per Misano. Non si tratta di un vero e proprio parco divertimenti, ma sicuramente è un luogo in grado di regalare grandi emozioni. I visitatori potranno scoprire l'Acquario attraverso quattro diversi percorsi: uno blu, dove è possibile vedere da vicino pinguini, squali e meduse; uno giallo, dedicato in particolare a caimani e lontre; uno verde, dove i protagonisti sono animali esotici come i camaleonti, le rane e i serpenti; e, infine, un percorso viola, incentrato sul mondo degli squali.

giovedì 1 giugno 2017

Msc: accordo per altre due mega navi con Stx France

MILANO - Nuova intesa fra Msc Crociere e i cantieri navali STX France, che hanno firmato un accordo per l'ordine di due mega navi da crociera da 200.000 tonnellate di stazza lorda cui si aggiungono altre due navi in opzione. Le quattro navi costituiscono la nuova World Class di MSC Crociere. A renderlo noto Msc, precisando che la firma si è tenuta in occasione della consegna di Msc Meraviglia, avvenuta alla presenza del presidente francese, Emmanuel Macron.

Le navi saranno dotate di nuovi motori alimentati a LNG e di un trattamento delle acque reflue di nuova generazione. Le nuove navi World Class avranno 2.760 cabine per una capacità massima di 6.850 passeggeri, la più elevata capacità di tutta la flotta mondiale. Saranno consegnate nel 2022 e 2024 - quelle in opzione nel 2025 e 2026 - avranno una lunghezza di 330 metri e 47 metri di larghezza.

Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC crociere ha dichiarato: "Queste nuove navi amplieranno la nostra partnership con STX France fino al 2026 con ulteriori sette innovative navi che saranno costruite". Laurent Castaing, CEO di STX France ha commentato: "Aggiungendo la nuova World Class alle altre quattro classi di navi che abbiamo consegnato negli ultimi 15 anni, sale a 20 il numero di navi della flotta costruite da STX France a Saint Nazaire".