lunedì 25 luglio 2016

Viaggio alla scoperta dei migliori vini e cibi sardi

Al di là delle sue ben note bellezze naturali, la Sardegna è un vero e proprio paradiso per i golosi e, in modo particolare, per gli estimatori delle migliori produzioni vinicole nostrane: gli amanti della cucina mediterranea potranno qui allargare i propri orizzonti gastronomici, entrando in contatto con una tradizione culinaria incredibilmente gustosa e una gamma di vini dai sapori forti e decisi, che faranno la gioia degli appassionati, ma non solo. Un ideale itinerario alla scoperta del volto enogastronomico della Sardegna non può prescindere da quattro tappe in particolare: passiamole brevemente in rassegna.

Jerzu e Tortolì
Questi due pittoreschi paesi dell’Ogliastrino sono famosi per la qualità e la bontà delle loro pietanze. Il primo è un borgo annidato tra verdi colline, ricamate da lunghe distese di vigneti, da cui si ricava una delle qualità più conosciute del vino Cannonau: il Cannonau Rosso DOC, con le sue note aromatiche intense e corpose, che ben si sposano con le prelibatezze tipiche della zona, come testimonia la “Cantina Sociale”, una tappa che consigliamo a chiunque trascorra le proprie vacanze in Sardegna. La vicina Tortolì, invece, è la meta ideale per chi vuole sperimentare le versioni più soft del Cannonau, insieme a un’ampia gamma di vini da aperitivo e da dessert, perfetto accompagnamento dei dolci tradizionali locali. Tra le prelibatezze da provare nella Provincia di Ogliastra, i “Culurgiones” meritano una menzione speciale. Si tratta di un particolare tipo di ravioli fatti in casa, con un ripieno di pecorino, patate e menta, nella loro versione tradizionale, o di porcini e formaggi locali. Oltre al gusto inimitabile, ciò che li contraddistingue è la particolare procedura di chiusura a mano, che intrecciata su un lato, li rende simili a spighe di grano. Generalmente serviti con un sugo semplice di pomodoro che ne esalta i sapori, sono ottimi anche conditi con un filo d’olio e un pizzico di pepe.

Oliena e Mamoiada
Non rientreranno tra le mete in evidenza su portali come Yalla Yalla, ma chi li conosce sa bene quanto valga la pena fare un salto in questi due vivaci paesi della Provincia di Nuoro. Alle pendici del Monte Corrasi, Oliena è famosa per la pregiata qualità di Cannonau conosciuta come Nepente, omaggiata persino dal poeta D’Annunzio, come ricordano le etichette che decorano le bottiglie di questo vino prelibato. Mamoiada, nel cuore della Barbagia, è più nota per il ricco ventaglio di dolci tradizionali. Anche se tra i più apprezzati spiccano senza dubbio le "orilletas", una specialità a base di pasta sfoglia fritta ricoperta di miele, vi invitiamo ad assaggiare anche i ben più tipici dolci a base di “sapa”, una glassa ricavata da una lunga cottura del vino arricchita con zucchero, che viene anche proposta nella variante ricavata dal succo di fico d’India.

0 commenti:

Posta un commento