martedì 12 luglio 2016

Roma, alla Galleria Borghese rinasce il Giardino Tramontana

GALLERIA BORGHESE (ROMA) - Le peonie e i viburni, la canna, il cisto e l'ibisco, e poi agrumi e pruni in un tripudio di verde, puntellato di fiori colorati e circondato da armoniche geometrie: si svela il Giardino Segreto di "Tramontana" della Galleria Borghese, recentemente riportato alla luce grazie al contributo dell'associazione Mecenati della Galleria Borghese di Roma. Il restauro, iniziato a maggio scorso e affidato alla società Il Giardino Malandrino, ha dato nuova vita a uno dei giardini più belli della città, valorizzando anche la Fontana del Drago che si trova al centro dell'area. Un lavoro condotto nel pieno rispetto delle origini storiche, al punto che è stata ripristinata la vegetazione presente nel progetto originario del giardino, per un totale di circa 1000 piante provenienti da tutta Italia. "Questo è il risultato che si può ottenere quando pubblico e privato lavorano insieme: il Comune di Roma ha seguito il nostro progetto passo dopo passo, autorizzando ogni singola pianta", ha detto all'ANSA Maite Bulgari, presidente dell'associazione, "ma ora la sfida è la manutenzione". A questo primo restauro, il cui costo ammonta a 60 mila euro, l'associazione vorrebbe far seguire anche quelli per gli altri due giardini storici ("Meridiana" e "Parterre") annessi alla Galleria Borghese.

0 commenti:

Posta un commento