lunedì 21 marzo 2016

Good France, quando la primavera ha il sapore della nouvelle cuisine

Una celebrazione del bien-manger e dei piaceri della cucina francese: arriva nel primo giorno di primavera, il 21/3, la seconda edizione di Goût de France / Good France, la manifestazione che riunisce 1500 ristoranti nei 5 continenti per rendere omaggio alla gastronomia d'Oltralpe. In Italia a raccogliere l'invito saranno 70 locali, i cui chef offriranno ai clienti una cena dal menu interamente francese.
 
Anche gli ambasciatori, 150 in tutto il mondo, parteciperanno alla manifestazione con cene ispirate al tema Goût de France: a Roma per esempio, su invito dell'Ambasciatrice Catherine Colonna, la preparazione dei piatti sarà affidata ad Annie Féolde, chef-owner del ristorante Enoteca Pinchiorri di Firenze, nonché prima donna ad aver ottenuto 3 stelle Michelin in Italia e quarta donna al mondo. Non solo: per tutto il 2016 a Palazzo Farnese continueranno i rapporti conviviali tra Francia e Italia grazie al progetto Cucina aperta, in cui si invertiranno le parti e protagonista nelle cucine dell'ambasciata sarà la tradizione culinaria italiana.

Sempre il 21/3, Good France coinvolgerà Consolati e Instituts français: a Milano lo Chef Christian Etienne, 1 stella Michelin, preparerà un menù speciale in collaborazione con Alessandro Buffolino, Chef del Principe di Savoia, mentre a Napoli per tutta la giornata si cucinerà con l'Ordine dei Discepoli di Escoffier Campania, alla sede dell'Institut français di Napoli, "il Grenoble".
  

0 commenti:

Posta un commento