martedì 14 luglio 2015

Il segreto di un volo perfetto? E' in una formula matematica

Una formula per un volo da sogno. Orario di partenza, spazio per le gambe e soprattutto puntualità dell'arrivo. Tre fattori chiave che possono far andare alla grande oppure inesorabilmente storto anche il viaggio più bello e ben organizzato. La perfezione di un volo da oggi può essere misurata con precisione grazie a una formula matematica ideata da Eugenia Cheng, Senior Lecturer di Matematica Pura dell'Università di Sheffield: (M+S-76) P/100=? dove S è lo spazio per le gambe, M il momento del giorno, P la puntualità.

La formula, ideata dopo aver analizzato le risposte di 2.500 viaggiatori internazionali sulle proprie preferenze di volo, si incentra sui tre fattori indicati come i più importanti quando si prenota un volo - orario di partenza, puntualità e spazio per le gambe - e permette di calcolare l'indice di perfezione su una scala da 0 a 64 (46 per i voli di classe economy). In base ai risultati, il volo perfetto è un volo al mattino, con uno spazio per le gambe di 100 cm e un indice di puntualità vicino a 100.

M = Momento del giorno 
Un cospicuo 44% dei viaggiatori ha detto che l’orario dei partenza è il fattore che più incide sulla scelta del volo. Per la maggioranza degli intervistati (52%) il momento migliore per volare è al mattino, mentre il 27% predilige i voli in fascia serale e solo poco più di un quinto dei viaggiatori opta per un volo nel pomeriggio. Per riflettere il peso di queste preferenze, nella formula è stato attribuito un punteggio di 40 punti a un volo di mattina, 20 a un volo serale e 12 ad un volo pomeridiano.
Utilizzando i filtri di Skyscanner per la ricerca dei voli è possibile visualizzare fra i risultati soltanto i voli con partenza nella fascia oraria di propria preferenza.

S = Spazio per le gambe
Secondo circa due terzi dei viaggiatori intervistati (61%) avere un posto a sedere più spazioso è la condizione che maggiormente contribuisce al benessere in volo. La formula, pertanto, penalizza ogni volo che offra uno spazio fra i sedili inferiore alla distanza standard in classe economy (76,2 cm) e, viceversa, aumenta il punteggio dei voli con sedili di dimensioni superiori (fino a un massimo di 100). Ad esempio, la distanza fra i sedili sui voli di breve raggio in classe economy di Ryanair e Vueling è pari allo standard di 76,2 com, Easyjet è leggermente al di sotto con una distanza di 73,7 cm, mentre in Alitalia l’offerta varia da 76,2 a 89 cm di spazio fra i sedili.
Molte compagnie aeree riportano la distanza fra i sedili offerta. In alternativa, si possono reperire i dati delle principali compagnie su www.seatguru.com

P=Puntualità
Per il 38% dei passeggeri aerei la puntualità del volo è il fattore determinante per la soddisfazione rispetto al volo. Ogni anno Flightstats.com stila una graduatoria delle compagnie aeree con la percentuale di arrivi in orario più alta, e fornisce anche un report mensile delle performance delle maggiori compagnie aeree*. Nel 2014 Finnair è risultata la migliore fra le principali compagnie aeree europee con il 90,6% dei voli atterrati in orario, superando KLM, SAS, Iberia, Lufthansa,, Air Berlin e Easyjet - solo settima, con l’85% di arrivi puntuali.

Per avere un’indicazione della probabilità che il volo di propria scelta sia in orario, i viaggiatori possono consultare il report di Flightstats.com per vedere quale sia stata la percentuale di voli arrivati in orario della compagnia aerea con cui intendono volare, nello stesso mese dell’anno precedente (quando è più probabile che le condizioni di meteo e traffico siano simili).

Riguardo alla soddisfazione in volo, oltre ad avere un posto a sedere spazioso ci sono altri fattori importanti che sono stati evidenziati da un ampio numero di viaggiatori:
1. Cibo e bevande di qualità (48%)
2. Volo senza turbolenze (44%)
3. Posto vuoto accanto (33%)
4. Un buon prezzo (30%)
5. Una bella vista dal finestrino (24%)

0 commenti:

Posta un commento